Intervista a Saverio Ziliani, presidente dell’associazione albergatori di Desenzano

Il rilancio del centro storico

Cosa ne pensa del progetto sul lungolago proposto dell’amministrazione comunale?

Qualsiasi abbellimento del centro storico e della fascia a lago è sempre positivo, ma ritengo indispensabile avere ben chiaro un progetto complessivo per la valorizzazione del centro storico, che va dai parcheggi, alle aree verdi, al castello, alle spiagge. Senza una veduta d’insieme si rischia sempre di aggiungere tasselli avulsi dal contesto generale

Voi, come albergatori, vi siete fatti una idea di ciò che sarebbe necessario fare per il rilancio del settore turistico commerciale?

Al di là di discorsi generici, proprio perché commercio e turismo rappresentazione per Desenznao, de sempre, il fulcro della sua economia, abbiamo individuato alcuni punti cardine: i parcheggi sotterranei in Piazza Cappelletti e Maratona, il polo polifunzionale (teatro, congressi, mostre) in castello, allargamento della zona balneare del Desenzanino fino al pontile Feltrinelli

Di questi argomenti se ne parla da quansi vent’anni, ma non si si è mai concluso nulla, quali sono i motivi secondo lei?

È sempre mancata l’opportunità di sederci attorno a un tavolo e discutere seriamente le varie proposte e idee, analizzandone i contenuti, le finalità, i costi, senza preconcetti di sorta. Noi albergatori stiamo facendo la nostra parte da tempo. Abbiamo presentato, ad esempio, il nostro piano viabilità-parcheggi alla attuale amministrazione e ad altre forze politiche, senza ottenere nessuna risposta. Non pretendiamo di imporre le nostre soluzioni, ma di discuterle seriamente con con contraddittorio. Tra i vari punti essenziali per il rilancio commerciale e turistico del nostro centro storico vi è la nostra proposta del parcheggio interrato Park Hotel-Piazza Cappelletti. È un’opera a costo zero per il Comune e permetterebbe di recuperare a verde tutte le aree più belle (Piazza Feltrinelli, Piazza Cappelletti e Maratona), oggi intasate di auto, e dare un vero respiro alle attività commerciali, alberghiere e residenziali.

Lei sa che le obiezioni su questo progetto sono molte: le auto in centro, l’inquinamento, il costo…

Le conosco bene, ma fino ad ora nessuno mi ha portato delle serie argomentazioni, ci si basa spesso su preconcetti, difficili da estirpare. Provi a immaginare le piazze e il lungolago totalmente a verde senza auto: avremmo il centro storico più bello del Garda.

Ma i costi chi li paga?

Nel progetto presentato all’amministrazione abbiamo specificato che la cooperativa formata anche da noi si assume l’intero onere della realizzazione, compresa la piantumazione in superficie di alberi anche ad alto fusto e la cessione gratuita al Comune di una cospicua percentuale di posti auto.

Detta così, sembra un progetto bellissimo, ma destinato a iscriversi nel libro dei sogni.

Vede, i sogni possono diventare realtà. Gli esempi anche qua non mancano, veda Limone e Salò. Le forze politiche devono confrontarsi con le proposte che vengono dalla cosiddetta società civile, dagli imprenditori. Serve un tavolo di lavoro serio. L’interesse degli albergatori e dei commercianti è anche quello dei loro dipendenti, che a Desenzano sono oltre 1500 persone. Se vogliamo creare nuovi posti di lavoro bisogna saperci rinnovare anche in questi settori. Noi rimaniamo sempre disponibili al confronto sui progetti.

Giorgio Fezzardi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design