Castellaro Lagusello a rischio cementificazione

Dal lago di Garda all’entroterra morenica. I problemi e timori non cambiano, perché le colate di cemento sembrano essere sempre all’ordine del giorno senza reali necessità abitative. A lanciare il nuovo appello è il Comitato Parco Colline Moreniche, che denuncia un colpo di mano a Castellaro Lagusello, borgo medievale tra Pozzolengo e Volta Mantovana luogo di battaglie risorgimentali.

Una vista aerea di Castellaro Lagusello: il Comitato per il Parco delle Colline Moreniche del Garda lancia l'allarme cementificazione

 

La sua riserva naturale è stata istituita nel 1984 dalla Regione Lombardia e affidata in gestione al Consorzio del Parco del Mincio. Si estende nei Comuni di Cavriana e Monzambano e con i suoi 271 è riconosciuta dall’Unione Europea come Sito di Importanza Comunitaria (SIC). Nato nell’XI secolo come semplice “castelliere”, come cinta muraria ancora senza case all’interno, fu un temporaneo rifugio affacciato su un “lagusello”, un piccolo lago. Il borgo oggi con il piccolo lago a forma di cuore, le dolci colline e la particolare fauna è un complesso storico naturalistico di straordinario interesse.

Il 10 ottobre, infatti, il Touring Club ha assegnato a Castellaro Lagusello la bandiera arancione, simbolo dei più bei Borghi d’Italia. Se lo merita, ma il Comitato metto all’erta. Lo scorso anno il Consorzio Parco del Mincio a iniziato a redigere il Piano di gestione del SIC e della Riserva Naturale. A gennaio 2010 è sono state aperte le consultazioni, a marzo è stato predisposto un testo e “Il 21 settembre, senza ulteriore consultazione e senza tener conto delle indicazioni dello Studio Silva (il redattore del piano, ndr), per il quale ha ricevuto un contributo di 114 mila euro, l’Assemblea del Parco adotto un Piano di Gestione diverso da quello elaborato nei mesi precedenti, monco degli azzonamenti e del regolamento e in più con la richiesti di stralciare dalle aree protette l’abitato di Castellaro ed alcune aree limitrofe”.

La delibera ha ricevuto il voto contrario solo della Provincia, mentre i redattori si sono dissociati. Le associazioni Amici di Castellano e Comitato promotore per il Parco delle Colline Moreniche si oppongono a queste decisioni antidemocratiche e ne lamentano la gravità. L’area protetta va tutelata.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design