Niente aiuti economici per i disabili, ma la coppa del mondo si farà

Scherma Lonato

La coppa del mondo del scherma per disabili è in cerca di aiuto, perché senza sostegno economico non si va avanti, ma le banche si negano. A Lonato dal 1998 ogni primavera arrivano schermidori in carrozzina da tutto il mondo per sfidarsi alla World Cup Lonato del Garda, promossa ogni anno dalla coppia Laura Chimini e Paolo Magnoni dell’Associazione Villa dei Colli Onlus e quest’anno in programma dal 20 al 22 maggio.

Da anni impegnati nella promozione dello sport per disabili alle spalle hanno l’organizzazione di un campionato italiano, una coppa europea a squadre, un torneo internazionale, due master e dodici coppe del mondo di scherma in carrozzina.

Con l’aiuto del comune di Lonato, degli assessorati allo sport di Provincia e Regione e, soprattutto, con l’aiuto dell’Associazione Nazionale Alpini sempre presente con tanti volontari, sono riusciti a rendere l’IWAS Wheelchair Fencing World Cup Lonato del Garda la competizione più ambita dagli schermitori di tutto il mondo. Ogni anno ne arrivano da Argentina, Austria, Bielorussia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sudo, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Hong Kong, India, Iraq, Israele, Italia, Kuwait, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Spagna, Thailandia, Ucraina, Ungheria e Usa.

L’Associazione Villa Dei Colli Onlus e World Cup ASD Onlus sono note per l’organizzazione della storica Coppa del Mondo di Scherma in carrozzina, ma nello stesso operano in altri progetti e attività sociali o sportivi. Nei mesi scorsi avevano lanciato una sfida alle banche, perché per ogni richiesta economica la risposta era che la banca finanzia solo progetti o attività sul territorio della sede centrale (come Banca Valsabbina e Banca di Sondrio) o che già sponsorizza la Champions League (Unicredit Banca).

L’obiettivo ora è un incontro con i direttori delle banche che operano a Lonato, affinché collaborassero economicamente alle attività e ai progetti sociali e sportivi proposti. Se una banca opera su un territorio è grazie ai risparmi dei cittadini e, quindi, come sede piuttosto che come Fondazione potreebbe rimettere parte degli utili sul territorio contribuendo attivamente allo sviluppo di attività sociali. Questa però era solo la loro speranza. Di dieci banche presenti a Lonato hanno risposto, peraltro in modo negativo, solo la BCC del Garda e la Banca Popolare di Sondrio. Le altre 8 hanno taciuto. Con le aziende private non va di certo meglio.

I due però fuori di qua sono molto apprezzati, tanto che sono stati nominati membri della commissione internazionale alta qualità delle competizioni IWAS e membri del comitasto internazionale per la propaganda dello scherma nel mondo. Il prossimo ottobre a Catania ci sarà il campionato del mondo di scherma e loro si stanno adoperando affinché in contemporanea ci siano le sfide in carrozzina e hanno trovato collaborazione e impegno per rendere la cosa concreta.

Le attività previste per la stagione sportiva 2010/2011 sono comunque “La scherma Disabili in Africa” (costo 31 mila euro) con forte interesse di Senegal, Sud Africa e Kenya, “Il Gran Premio delle Nazioni a Squadre combinate di Spada Maschile” (costo 172 mila euro) competizione internazionale con l’obiettivo di integrare atleti abili e disabili, “IWAS Wheelchair Fencing World Cup Lonato del Garda” (costo 99 mila euro) e “Promozione dello Sport Integrato”. “Per poter riuscire in queste attività – dicono – abbiamo bisogno del sostegno economico di tutti coloro che siano sensibili e interessati a un futuro di integrazione e migliore per tutti”. Per contattare il comitato organizzatore: www.worldcuptour.it o info@worldcuptour.it. E.G.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design