Salamalecchi, burqua e centro islamico a Lonato

Ma che hanno fatto di male questi musulmani a Lonato? Sfrattati, hanno acquistato un nuovo capannone e ci hanno fatto il loro centro di preghiere. Ok, non tutte le carte sono in regola, ma del resto loro ci hanno provato!

Quando il comune ha barattato la costruzione di nuove case in cambio del terreno per il Centro Sportivo Fantasma (per non dover pagare), ha deliberatamente scelto di non includere un terreno di proprietà di musulmani che hanno detto “Ok il baratto, ma ci lasci costruire il nostro centro islamico”. Veto della Lega, buco nel progetto del centro sportivo, e musulmani ancora appiedati.

Il prossimo consiglio comunale sarà accesissimo: Orioli (FLI) ha presentato un’interpellanza decisamente contro il centro islamico, mentre ViviAmo Lonato propone di regolarizzare la struttura, che poi tanto male non pare. La lega certo non permetterà all’amministrazione di cedere su questo punto: quello è e deve restare un capannone agricolo, altro che salamelecchi!

E la questione del burqua? nello scorso consiglio comunale la Lega ha chiesto ed ottenuto di far pubblicità ad una legge che vieta di nascondere il proprio volto nei luoghi pubblici. Lo scopo sarebbe difendere i diritti delle donne costrette a vestire il burqa, ma gli eventuali maschi/padroni non si lasceranno convincere così facilmente: donne e ragazze costrette al burqua non potranno più uscire di casa. Quale integrazione può venire da un comportamento del genere?

L’interpretazione leghista è sbagliata anche nel merito, come spiega il Consiglio di Stato: la legge, che parla di sicurezza nei luoghi pubblici e non di diritti delle donne, vieta di nascondere il volto soltanto “senza giustificato motivo”, ma il motivo religioso è considerato lecito.

Sia chiaro, il burqua non piace neanche a me, ma in nome dell’integrazione e della pace non siamo disposti a sopportarne la vista? Vogliamo respingere o integrare queste persone, scappate da una terra di guerra, fame e stenti? Beninteso, nel rispetto della legge.

Davide Morellato

www.davidemorellato.it

 

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design