Avevamo scritto e specifichiamo

Nel raccontare la storia e le persone della Rivoltella degli anni Sessanta con toni un poco umoristici – era il n° 3 del 25 novembre 2010 – parlavamo anche de “el sior Martinel”, gommista del paese. Con il tempo alcuni ricordi possono essere accentuati, accresciuti, dimenticati o minimizzati anche a seconda dei particolari più partecipati. Il figlio, “el Biagio”, all’epoca bambino, ci fa notare che il padre non era anarchico né comunista né un mangiapreti, come testimonierebbero i buoni rapporti avuti con il cognato vescovo. Con questa descrizione un poco scherzosa e quant’altro, l’autore non voleva arrecare alcuna offesa alla famiglia dell’ormai defunto “Martinel”, tanto meno quando ricordava che un tempo, era il 1966, tra i tanti passava per un “goto” dall’osteria, punto di ritrovo di un paese. Con un sorriso sulle labbra aveva voluto riportare alla memoria i tempi che furono, cosa ben lontana dal fare sfregio del ricordo di una persona. Le parole sono importanti, leggere o grevi che siano. Così importanti che nessuno dovrebbe quindi fraintendere per pesanti offese ciò che non lo è.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design