Italia in Rosa: a Moniga la vetrina nazionale dei rosati

IMG_8247

Torna nella splendida cornice della settecentesca Villa Bertanzi di Moniga del Garda la più importante manifestazione italiana dedicata ai vini rosati. Nata quattro anni fa nella patria del Chiaretto, Italia in Rosa per appassionati e operatori del settore è un’occasione straordinaria per gustare le eccellenze italiane in un splendido ambiente con vista sulle acque del lago. Sabato 4 e domenica 5 giugno la produzione locale si confronterà con i migliori vini rosati d’Italia e in libera degustazione ci saranno decine e decine di etichette provenienti da tutte le regioni della penisola, ma c’è anche qualche “chicca” transalpina.

Uno squarcio del parco di Villa Bertanzi

La massima attenzione sarà comunque per il Chiaretto, che sulla sponda bresciana si ottiene dalla vinificazione “in rosa” delle uve rosse autoctone del Groppello. La tradizione di questo vino è nata nell’Ottocento proprio a Moniga a opera del senatore veneziano Pompeo Molmenti, che aveva preso moglie in riviera e che nelle cantine di Vialla Bertanzi, al ritorno da un viaggio in Francia, ideò la formula del classico rosé gardesano. Il miracolo fu compiuto nel 1896, ma oggi è tutto avvolto nel mito, nella leggenda. Il Chiaretto è “il vino di una notte”, poiché è indispensabile un parziale contatto del mosto con le vinacce. Se si eccede, aqnche per poco, il vino diventa un mezzo rosso impersonale, troppo vinoso, senza particolari caratteristiche. Per tradizione i primi grappoli della vendemmia sono destinati a questo fragrante rosato.

I vini saranno divisi per aree tematiche: Garda Classico / Valtènesi Chiaretto, Bardolino Chiaretto, Salento, Cerasuolo d’Abruzzo, Schiava Alto Adige, vari italini, i francesi Bandol, Tavel e Cote de Provence e bollicine rosa, una tipologia in diffusione. Ai banchi d’assaggio delle degustazioni, che saranno servite dai sommelier Ais, si accede con un ticket di 10 euro con sacca e bicchiere, comprensivo di assaggi di risotto al Chiaretto e prodotti tipici della Strada dei Vini e dei Sapori del Garda. Le degustazioni guidate tematiche sono su prenotazione.

Si inizia sabato alle 17 con la cerimonia inaugurale e apertura della rassegna, che la sera chiuderà alle 23, ma nel mezzo, alle 18, ci sarà l’assegnazione del Trofeo Pompeo Molmenti al miglior Chiaretto Garda Classico 2010 (selezione dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vini). Domenica la rassegna aprirà alle 11 e chiuderà alle 23, ma la mattina alle 10.30 nella sala consiliare del Comune è in programma la tavola rotonda “Pensa in Rosa – Dialogo sul Chiaretto e sui vini rosati” con Daniele Cernilli, critico enoico e degustatore Ais Bibenda, l’enologo Roberto Ferrarini e lo storico del Garda Tullio Ferro, a moderare Simonetta Carminati, vice presidente Onav. Nei due giorni i ristoranti di Moniga proporrano menù speciali a base di prodotti tipici gardesani abbinati ai Chiaretti della Valtènesi.

Infoline 3469732902 – info@italiainrosa.it

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design