Federal Mogul, vincono i lavoratori: si torna a lavorare

Sono stati 20 mesi di durissima vertenza, forse la più lunga che si possa ricordare dal “biennio rosso” del 1918-19: raramente, o forse mai, si erano visti i lavoratori presidiare i cancelli di una fabbrica per un periodo così lungo. Sono stati 596 giorni di presidio sotto il sole d’agosto e nel gelo dell’inverno, lì davanti giorno e notte per dire «no alla cessata attività», con costanza e con coraggio anche quando tutto sembrava perduto e ogni speranza vana. Il 5 maggio al Ministero dello sviluppo economico è stata sottoscritta l’intesa tra azienda, Rsu e Fiom Cgil. Un soddisfatto segretario generale Fiom di Bresca, Michela Spera, ha ringraziato le istituzioni coinvolte: «il prefetto, il sottosegretario, il sindaco di Desenzano, il questore di Brescia per l’attenzione e la disponibilità a capire le ragioni dei lavoratori e a individuare di volta in volta soluzioni che affrontassero i temi di cui i lavoratori erano interpreti». L’intesa prevede la reindustrializzazione del sito a carico di Invitalia, l’agenzia nazionale che agisce su mandato del governo con l’obiettivo di attrarre investimenti e sviluppo d’impresa in settori considerati strategici, con posti di lavoro a tempo indeterminato. Gli operai, finalmente con il sorriso sulle labbra, hanno esultato: si torna a lavorare.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design