Tener-a-mente al Vittoriale degli Italiani, ancora tre appuntamenti tra musica e danza.

Dopo il successo del mitico Lou Reed e quello di Vinicio Capossela, dopo il Gran Gala du Cirque e il concertone di Goran Bregovic, proseguono gli appuntamenti del “Nuovo Festival del Vittoriale Tener-a-mente”, organizzato nell’anfiteatro della residenza dannunziana di Gardone Riviera, che ad agosto ospita ancora tre spettacoli.

Sabato 6 arriva Markus Stockhausen. Assieme al trombettista solista, improvvisatore e compositore di grande fame ci sarà l’Orchestra d’Archi Italiana. Il versatile musicista è nel 1957 a Colonia e all’età di 6 anni iniziava già ad occuparsi di musica, dedicandosi allo studio del pianoforte e della tromba. Ben presto vince premi e concorsi, come il Deutscher Musikwettbewerb, che gli hanno procurato fin da giovane molti inviti in Germania e all’estero come solista di musica classica e contemporanea. Diversi brani per tromba sono stati scritti appositamente per lui dal padre, il compositore Karlheinz Stockhausen con cui ha collaborato per 25 anni. Nella sua poliedrica attività i suoi principali interessi come trombettista sono la musica intuitiva, l’improvvisazione e la musica contemporanea. Nel 2005 ha vinto il premio WDR jazz prize. La platea e la gradinata numerata costano 34 euro, quella non numerata 22 euro.

Domencia 7 la luce è l’assoluta protagonista di Light, il nuovo spettacolo della compagnia milanese Kataklò Athletic Dance Theatre. È un’opera corale, che attraverso una sequenza di quadri coreografici conduce il pubblico in un percorso in ascesa.
Su, su, verso le vette assolate, su verso il cielo e il suo orizzonte infinito, in un crescendo di evoluzioni, destrezze acrobatiche, prodezze atletiche, immagini mozzafiato. Il vocabolo anglosassone stesso, light, esprime sia leggerezza sia luminosità. A dare forza e freschezza allo spettacolo è la preziosa alchimia tra l’energia dirompente del gesto atletico e l’armoniosa intensità della danza. Costumi, illuminazione e invenzioni sceniche contribuiscono all’atmosfera magica e surreale. Platea e numerati 26 euro, non numerati 22 euro.

Mercoledì 13, a conclusione della prima edizione del “Nuovo Festival del Vittorale tener-a-mente”, si potrà assistere alla rappresentazione dei segmenti più emozionanti e divertenti de “Il Lago dei Cigni” (musicato in modo straordinario da Tchaikovsky), racchiusi nel Gala intitolato Il Cigno Nero. Irina Dvorovenko e Maxim Beloserkovsky, primi ballerini dell’American Ballet Theatre, saranno i protagonisti assoluti della serata, alla quale parteciperanno grandi artisti della scena internazionale della danza come diversi danzatori del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Platea e numerati 26 euro, non numerati 22 euro.

Home

One Comment

  1. lerablog.org says:

    Hi it’s me, I am also visiting this web site daily, this website is truly nice and the users are really sharing fastidious thoughts.

    Have a look at my homepage: Assignment; lerablog.org,

    Rispondi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design