Un libro sulle origini della civiltà veneta del Prof. Bernusso

Negli scritti “Dalla Lusazia all’Adriatico” e “Delle origini e altre considerazioni” (ed. La “dea” di Caldevigo – Ass. Cult. “Universo” Desenzano, 2008) il Prof. Gian Franco Bernusso, che risiede e insegna a Desenzano/Rivoltella, traccia attraverso una miscellanea di saggi e annotazioni una storia delle origini, delle migrazioni e del costume delle popolazioni venete antiche. Storia fatta di testimonianze raccolte non dai testi, ma anche sul campo, data l’esperienza archeologica dell’autore, il quale ha personalmente condotto alcuni importanti scavi nelle località di Grattarola e Bornade (Desenzano), Abbadia San Vigilio (Pozzolenzo) e Fenil Schena (Lonato), con interessanti ritrovamenti ora conservati presso la villa Romana di Desenzano oppure esposti nel museo cittadino sempre di Desenzano. In particolare, nel saggio “Dalla Lusazia…” , testo di una conferenza tenuta a Lonato nel 1999, si analizzano, nelle tre parti che lo compongono, la lingua veneta antica attraverso la toponomastica e le iscrizioni, l’origine mitica e storica della civiltà veneta, gli avvenimenti salienti e le caratteristiche sociali e religiose. A queste si aggiungono nella terza parte (Addendum) le proposte interpretative dell’autore stesso, o di altri, su molti toponimi di alcune località, tra le quali, molte sono benacensi. Il testo, pur essendo senza dubbio tecnico e rivolto a un pubblico delimitato da un interesse specifico, risulta gradevole nella lettura e può senza dubbio essere apprezzato da chiunque abbia il desiderio e la curiosità di comprendere il proprio territorio attraverso le storia e la lingua dei primi popoli che lo hanno abitato.

 

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design