Lavori al Vò: con la riqualificazione l’area verde e il litorale sono più fruibili

aerea con testo

È un’oasi sul lago, tanto bella quanto a lungo trascurata, ma dalla prossima estate turisti e bagnanti potranno tornare a fruire dell’area verde in località Vò. Ricompresa nel perimetro del Parco del Monte Corno, ai confini con il Comune di Lonato, negli ultimi 30 anni era diventata luogo di incontri sessuali, pur costituendo una delle zone più interessanti del territorio comunale dal punto di vista naturalistico. Infatti, fu la prima ad essere sottoposta a vincolo paesaggistico nel 1956.

Oltre a essere uno dei pochi tratti costieri privi di costruzioni, costituisce un raro esempio dell’ecosistema lacustre costiero originario, con canneti alternati a spiaggette. Ovviamente presenta grandi potenzialità turistiche e l’Assessorato ai Lavori pubblici ha dato avvio, con un investimento di 225mila euro, al primo stralcio dei lavori di riqualificazione della parte settentrionale del promontorio, che si estende per circa 15mila mq.

I lavori sono iniziati a fine luglio (la fine è prevista con l’autunno) e l’area è stata pulita e bonificata, conservando la vegetazione autoctona esistente. Per l’accesso a lago sono stati sistemati i sentieri esistenti, senza l’impatto di opere murarie, e a fianco della strada che porta a Padenghe è stato realizzato un parcheggio di 20 posti auto nel piazzale, che – con il secondo stralcio dei lavori – ospiterà anche un chiosco di ristoro, informazione e promozione turistica. Il progetto prevede anche il proseguimento dell’attuale pista ciclo-pedonale che costeggia il fronte lago dal Desenzanino al Camping Vò.

“A vent’anni dalla sua chiusura – dice l’Assessore Mario Mauro Corti – sono orgoglioso di restituire all’utilizzo turistico e balneare una delle aree naturali più belle e più integre di Desenzano. L’apertura del parcheggio, il completamento del percorso ciclo-pedonale, la sistemazione dei sentieri di accesso a lago e il prossimo chiosco informativo sono elementi che agevoleranno la fruizione dell’area verde e della spiaggia da parte di turisti, residenti e famiglie”.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design