Artisti di strada: arriva il regolamento a Desenzano

_DSC0028

Sono contento che la consulta giovani abbia finalmente raggiunto un primo traguardo, il compito di redigere il regolamento degli artisti di strada, approvato dal consiglio comunale a fine settembre, ci è stato affidato dall’assessore alla cultura Emanuele Giustacchini agli inizi del 2010. Sono quasi 2 anni di lavoro.

La prima associazione che ci ha contattato è stata “Il cappellaio matto” di Marco Cemmi, che raggruppa un varie figure di artisti, i quali si allenano tutte le settimane al parco laghetto. Quando è venuto a esporci il problema, cioè che a Desenzano non era presente nessun tipo di documento che regolamentasse l’arte in strada, ci siamo subito attivati cercando esempi in altre cittadine del lago e d’Italia.

Credo sia un buon inizio. Questo uovo documento dà la possibilità a tutte quelle figure come pittori, giocolieri, acrobati e altri di dimostrare e presentare le loro capacità, creare un aggregazione sana e sicuramente portare nella nostra cittadina intrattenimento gratuito, che in questo periodo di crisi non fa mai male.

In questi mesi ci siamo confrontati con quelle realtà che in un modo o nell’altro sarebbero state toccate dall’avvento di questo atto amministrativo, discutendo con commercianti ragazzi, residenti e forze dell’ordine che ci hanno supportato con l’esperienza ed esposto le loro aspettative. L’unico rammarico è quello di non essere riusciti a far sì che fosse pronto per l’estate 2011, poiché la bella stagione è il periodo più adatto per l’arte da strada.

Mi reputo soddisfatto del lavoro svolto, credo che si stia prendendo la strada giusta. Ritrovo nell’esperienza della consulta uno dei principi fondamentali della crescita sociale, quello che viene chiamato principio di sussidiarietà. La possibilità di collaborare con realtà già presenti sul territorio e cercare insieme a esse di migliorare noi stessi.

Abbiamo tante idee e ora anche tanti amici con cui lavorare partendo dal progetto Noi musica con il quale ormai c’è uno stretto rapporto, Garda I Care, gli Amici del porto vecchio, gli altri forum del nostro territorio, la consulta giovani di Padenghe, con cui abbiamo collaborato alla South Garda Road, e il Comitato per Villa Brunati per i concerti di questa estate.
Dopo l’appuntamento del 5 novembre con la degustazione intitolata “La consulta per Bacco” all’Hotel Nazionale,  il 19 e 20 novembre saremo in piazza con un gazebo per le giornate nazionali contro la violenza sui bambini in collaborazione con Telefono Azzurro. Per finire in bellezza l’anno a dicembre porteremo al Museo Rambotti la mostra “150 anni di sussidiarietà le forze che cambiano la storia sono le stesse che cambiano il cuore dell’uomo”, che offrirà spunti di riflessione sull’attuale momento di stallo, ideale prima che economico.

Proprio a partire dalla realtà di questa consulta crediamo che la forza giovane possa realmente tornare a dare un contributo, possa essere fattore di rinascita del nostro paese tra il desidero e la capacità di ogni singola persona di costruire il bene comune.

Erick Carella, presidente consulta giovani di Desenzano

One Comment

  1. I am really thankful to the holder of this web page
    who has shared tis great paragraph at at this time.

    Also visit myy webpage: party dresses for senior citizen

    Rispondi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design