Dopo le primarie, il PD candida sindaco Rosa Leso. La lista Desenzano Civica punta su Renzo Scamperle

seggi elezioni

Con il 58% dei 1022 voti validi domenica ha vinto le primarie di Desenzano del Garda Rosa Leso, che con 593 voti ha superato l’altro candidato Fiorenzo Pienazza. La futura candidata sindaco è nata a Desenzano, in Capolaterra, l’8 marzo del 1949; per 37 anni ha lavorato nella scuola: 10 come insegnante alla primaria, che un tempo chiamavamo elementare, e 27 come dirigente scolastico. È entrata in politica per la prima volta alle ultime elezioni in squadra proprio con l’ex sindaco Pienazza. Ed è proprio nel 2007 che si è tesserata al neonato PD, è la sua prima tessera di partito, ma alle spalle ha anni di attività sindacale con la CISLSCUOLA. Da allora siede in consiglio comunale tre le fila della minoranza.

La strada alla campagna elettorale è ancora lunga e nei prossimi giorni il partito inizierà a lavorare sul programma elettorale per la prossima primavera, quando si voterà il rinnovamento dell’amministrazione. Il PD si presenterà con una lista civica e Pienazza sosterrà il percorso della Leso. Sembrano nel frattempo assopitesi le polemiche per l’esclusione dalle primarie per violazione del codice etico interno al partito di Giorgio Fezzardi, che sicuramente avrebbe rappresentato l’ala maggiormente a sinistra del PD.

Renzo Scamperle, al centro

Il giorno prima, invece, a Palazzo Todeschini è stata presentata la lista Desenzano Civica, che candida Renzo Scamperle, imprenditore classe 1946. I volti della lista erano già stata presentati ai cittadini alcune settimane fa e tra questi c’è anche l’ex assessore in quota Lega Nord Paolo Abate: “Con grande entusiasmo e concretezza abbiamo iniziato questo progetto che vuole cogliere le esigenze della gente e del territorio cercando di superare le ideologie individuali che alimantano diffidenza e incomprensioni e tenendoci quindi lontano dagli schemi e dalle logiche delle segrererie di partito e comunque non contro i partiti. Immaginiamo una politica comunale in cui i cittadini siano protagonisti delle scelte che riguardono la città”.

One Comment

  1. Andrea Volpi scrive:

    Complimenti a Rosa e buon lavoro!

    Rispondi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design