Noàlter de la ria del lac: convegno sull’identità locale e quarta edizione del premio alla desenzanità

Desenzano, piazza Malvezzi: Palazzo del turismo, Giulio Todeschini

L’associazione culturale “Noàlter de la ria del lac”, retta da Gianni Rigoni, rinnova sabato 3 dicembre l’appuntamento annuale con la manifestazione dedicata al Premio alla Desenzanità, che si svolgerà in concomitanza con il Convegno dedicato alle identità locali al Palazzo del Turismo in Desenzano, di fronte al Porto Vecchio.

Alle ore 10 convegno sul tema “Identità un’eredità sociale: oblio o patrimonio?” condotto dal prof. Tino Bino, bresciano, saggista e pubblicista, docente universitario in Brescia. Saranno presenti le associazioni culturali e quelle di impegno sociale.

In questo momento Desenzano vive la costruzione della campagna elettorale della primavera 2012, in un clima che ha visto la città ad essere sorpassata dalle città della riviera bresciana e veronese che creano migliore aggregazione fra i cittadini ed una soddisfacente intrusione con le attività turistiche. L’obiettivo del convegno è pertanto la ricerca delle condizioni che facciano riapparire una identità desenzanese, ricca di idee, ma anche ricca di un orgoglio condiviso fra i cittadini e gli operatori economici e turistici, i turisti stessi , nonché con gli amministratori che gestiscono e gestiranno la città.

Nel pomeriggio alle ore 17 sarà consegnata il Premio quest’anno alla quarta edizione. Quest’anno saranno premiati:

Amelia Dusi –professoressa di lettere – ricordata per cultura e umanità , ha pubblicato importanti libri di storia locale con apprezzato riconoscimento

Giovanni Mor – ha condotto con fratelli e cugini la nota Falegnameria Mor datata dal 1839 qui trasferitasi da Montichiari – già insegnante per olre 20 anni della scuola Arti e Mestieri che ha formato moltissimi artigiani

Gino Trolese – di famiglia nota e stimata pervenuta a Desenzano poco prima della guerra 1940/45 e che ha operato nel sociale con grato ricordo . Il premiato con negozio di fiorista ha raggiunto eccellenti risultati, con una grossa azienda floricola da lui fondata a Desenzano, nonché con la fondazione e gestione del mercato floricolo FlorMercati e con sviluppo al mercato nazionale FlorMark di Padova.

Ennio Avigo – già rappresentante di articoli e attrezzature per alberghi e ristoranti, autodidatta è entrato nel mondo della ristorazione fondando e gestendo noti ed apprezzati ristoranti in Valtenesi. Notissimo a Desenzano e altrove anche per la sua innata allegria.

“A loro – spiega Rigoni -  renderemo omaggio e consegneremo la medaglia d’argento appositamente coniata perché sia a tutti noto che hanno dimostrato, nel loro percorso di vita, attaccamento ed amore per la nostra città, contribuendo a consolidare i rapporti umani e sociali della nostra comunità”.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design