Tremosine vorrebbe diventare un paese sul Garda, ma la parola spetta al referendum la prossima primavera

Una vista aerea del paese

“Dopo i primi pareri positivi aspettiamo il via libera della Provincia e della Regione. Ma siamo sicuri che non ci saranno problemi per organizzare insieme il referendum nel 2012”. Tremosine sul Garda adesso non è più soltanto un’idea, un progetto vero e concreto che ha già ottenuto l’approvazione unanime da parte dei Comuni membri della Comunità del Parco Alto Garda Bresciano. E il sindaco Diego Ardigò si compiace per quella che pare essere un’occasione e un’opportunità per una delle location più suggestive del territorio gardesano: “La nostra è una scelta giustificata, di sicuro non ci inventiamo niente. Tremosine vanta oltre 500mila presenze all’anno, e Campione del Garda non è solo una costa, è una nostra frazione, un vero e proprio paese. Tutti ci invidiano il vento, le vele, i surfisti che vengono da noi.. anche da Desenzano e Sirmione”.

L’iter procedurale prevede che saranno i cittadini con apposito referendum comunale a decidere se Tremosine si merita il suffisso ‘sul Garda’. Una decisione che sembra spontanea e quasi naturale, e che si risolverà entro il 2012, magari in primavera: un piccolo cambiamento ma un grande riconoscimento per un paese che con merito è stato da tempo inserito nell’elenco dei borghi più belli d’Italia. E che con una coerenza tutta sua ribadisce il NO alla tassa di soggiorno approvata dalla maggioranza dei Comuni gardesani: “L’imposta non verrà applicata, il Comune ha sempre ribadito il diniego a un balzello ulteriore. Lo abbiamo già concordato con tutti gli operatori turistici”.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design