A Limone nuovo cemento minaccia chiesa romanica: il parroco scrive una lettera a difesa di San Pietro in Oliveto

Limone sul Garda – La visita della Chiesetta di San Pietro, a una sola navata e con all’interno affreschi di grande pregio databili ai secoli XIII-XIV,  è consigliata a tutti i turisti. È una di quello cose da non perdersi. Posta nell’oliveto, lungo la strada che porta a Tremosine, è luogo di culto tra i più antichi: ad essa infatti si accenna in una Bolla del 1186 del Papa Urbano III.  Oggi vi si celebra messa il 29 giugno, ma qua attorno il Piano di Governo del Territorio del Comune di Limone, adottato lo scorso 30 dicembre e pubblicato all’albo il 27 gennaio,  prevede la costruzione di nuove case e nuove cementificazioni attorno all’oliveto. Mentre attorno alla chiesetta si potrebbero continuare a effettuare scavi archeologici per scoprire l’antico paese che la circondava.

Il parroco Don Eraldo Fracassi è stato il primo a manifestare  dissenso a riguardo del programma di trasformazione N. 5 in Via San Pietro dove sono previste 12 case proprio presso la chiesa romanica. Le osservazioni al PGT vanno presentate entro il 7 aprile, noi intanto pubblichiamo la sua lettera.

La chiesetta di San Pietro (900 d.C.) a Limone

Vorrei manifestare il mio sconcerto dopo aver assistito al Consiglio comunale di Limone sul Garda che si è tenuto in seconda convocazione lo scorso 29 Dicembre 2011, alle ore 18. Da queste parti si costuma convocarlo a quell’ora forse per evitare il grande pubblico o perché si è acquisito il fatto che i cittadini non si interessano a certe questioni dal momento che sono convinti che tanto non cambia niente. Al sottoscritto molti affermano che non sarò certo io a cambiare la realtà in questo Paese. Comunque ci provo.

All’ordine del giorno del Consiglio Comunale, all’ultimo numero, il 7, si leggeva: “Adozione del Piano di Governo del Territorio – P.G.T. – ai sensi della Legge Regionale 11.03.2005, n.12 e successive modifiche ed integrazioni”.

Sono responsabile di una chiesa romanica del 900 “San Pietro in Oliveto” dove si prospetta l’idea di costruire a distanza di circa 60 metri la prima delle 12 casette, magari villette. Se verrà realizzato il progetto dovrò pure coniare un nuovo nome alla chiesa che forse sarà “San Pietro in domibus aureis”.

Lo sconcerto mi viene dal fatto che si è tenuto il Consiglio in seconda convocazione per evitare che in prima venisse meno il numero legale dei votanti. In effetti scopro che il vice- Segretario ( e perché non il Segretario?) , dopo che il Signor Sindaco aveva invitato i tecnici comunali ed il responsabile dell’intero progetto ad illustrarlo, senza alcuna discussione e senza nessun commento o richiesta da parte dei Consiglieri, invita determinati Signori del Consiglio – incluso il Signor Sindaco – ad abbandonare il Consiglio per procedere alla votazione dell’adozione del P.G.T.

Non si è specificato il perché detti Signori dovessero abbandonare il Consiglio, probabilmente perché con qualche interesse di parte. Sorpresa delle sorprese rimangono 5 Consiglieri su un totale di 11 presenti, essendo tre gli assenti. Il vice-Sindaco presiede la votazione. Tutti e cinque approvano il P.G.T. per alzata di mano, nessun contrario, nessuno astenuto. Meraviglia delle meraviglie: anche il Consigliere di opposizione della Lega, notoriamente a favore dell’ambiente, vota a favore. In verità ‘voci di Paese’ parlano di convocazione in Comune dei leghisti per aggiornamenti, il giorno prima della convocazione del Consiglio Comunale. In realtà lo stesso leghista aveva precedentemente chiesto che il candidato proposto per la nomina a Revisore dei Conti per il triennio 2012/2014 (N. 3 all’ordine del giorno) fosse realmente deputato a quel solo incarico. Infatti il candidato era stato precedentemente Segretario del Comune di Limone sul Garda e, ormai in pensione, era stato nominato ‘Direttore’ (!) del Comune. La motivazione della candidatura è stata la sua competenza nelle cose di casa nostra.

Una tipica limonaia gardesana

Interessati alla costruzione di case nel nuovo P.G.T. sono anche l’impiegato dell’Ufficio tecnico del Comune ed almeno un membro della Commissione edilizia. Nello stesso Consiglio (N. 2 dell’ordine del giorno) si è appreso che lo STER aveva autorizzato la deroga dai 15 ai 10 metri quale limite per poter costruire sulle sponde del torrente San Giovanni a favore dell’Hotel Sogno del Benaco. Logicamente la deroga sarà utilizzata da altri Hotel.

In Paese rimango quindi democraticamente solo a perorare la causa della difesa della chiesa romanica di San Pietro in Oliveto, di recente restaurata ed oggetto di scavi archeologici ben descritti nel volume n.47, Documenti di Archeologia, edito dalla SAP, Società archeologica, viale Risorgimento 14, Mantova ( www. Archeologica.it). Ma sono certo che qualcuno vorrà aiutare il sottoscritto in qualche difesa della citata chiesa di “San Pietro in Oliveto”.

Mons. Don Eraldo, Parroco di Limone sul Garda

76 Comments

  1. corrado usardi says:

    Qui sotto c’è il testo di una lettera che inviterei tutti ad inoltrare al
    seguente indirizzo: protocollo@pec.comune.limonesulgarda.bs.it
    Come forma di pressione e sostegno dell’iniziativa del parroco di Limone,
    che potete leggere cliccando sul link contenuto all’interno del testo
    della lettera stessa.
    Agire è facile basta cliccare su inoltra, togliendo la parte di testo che
    state leggendo e mettendo l’indirizzo del comune qui citato, ciao a tutti.

    Egregio Sig. Sindaco, ho appena letto con sconcerto l’articolo sulla
    prossima realizzazione di alcune villette nei pressi della chiesetta
    romanica di “S.Pietro in uliveto”.

    http://www.ilcorrieredelgarda.info/2012/03/a-limone-nuovo-cemento-minaccia-chiesa-romanica-il-parroco-scrive-una-lettera-a-difesa-di-san-pietro-in-oliveto/

    Come dice bene Don Eraldo, sarà opportuno cambiare il nome alla suddetta
    chiesa, visto l’intervento edilizio che raserà al suolo l’oliveto.
    Le voglio inoltre cortesemente ricordare le possibili scoperte
    archeologiche che si potranno avere nello scoperchiare un suolo così
    carico di storia.
    Scoperte che potrebbero, Vs. malgrado, fermare per lunghi periodi
    l’intervento.
    Mi auguro, ma ne sono certo, che i lavori di sbancamento e bonifica
    dell’area vengano eseguiti sotto lo stretto controllo di tecnici della
    soprintendenza, e/o del ministero dei beni culturali. Ricordi che sotto
    quella terra potrebbe esserci la ricchezza per il Suo paese e per il
    futuro turistico dello stesso, e sarebbe assurdo fare un lavoro affrettato.
    Detto ciò La esorto a riflettere sul provvedimento adottato, che potrebbe
    rivelarsi dannoso per l’economia e la storia del paese e, di riflesso, per
    l’intera riviera.
    Cordialmente

    Rispondi
  2. Only Nature says:

    Un Saluto a Tutto Limone sul Garda ed ovviamente ai Responsabili di tale annuncio,
    è da moltissimo tempo che si sente parlare di questo benedetto lavoro, e si sentono solamente discussioni che riguardano la natura. Certamente nessuno vi da torto, ma inizierei ad aprire una parentesi anche su ciò che interessa alle persone interessate ai lavori.
    Punto primo. Necessità di case a Limone sul Garda dove i giovani possono andare a vivere.
    In questo pese infatti non esistono case abbastanza grandi dove i più giovani che si vogliono sposare e creare una famiglia possano andare a vivere e/o comprare.
    DIMENTTICATE TUTTI che tali case saranno SOLAMENTE costruite o vendute a RESIDENTI COME PRIME CASE! SPECULAZIONE ZERO AFFITTI ZERO!!!!
    Punto secondo. Ci sono persone che hanno creduto in quel piccolo pezzo di terra il quale hanno pagato con il duro lavoro in tutti questi anni di vita, ed ora che è finalmente diventato edificabile, perchè privargli questo sogno??
    Punto terzo. La chiesetta non verrebbe assolutamente toccata e nemmeno gli ulivi limitrofi….venite a guardare il progetto prima di sparare sentenze.
    Punto quarto. La stradina che percorre l uliveto è completamente dissestata. in tutti questi anni non è mai stato fatto nulla per megliorarla, in piena estate in quel posto oltre agli ulici ci sono solo erbacce alte un metro e un milione di moscerini (che scenario fantastico!!). A limone non mancano i sentieri di montagna moooolto piu belli e con viste panoramiche del lago mozzafiato. Perchè questi grandi uomini non hanno migliorato la situazione con i propri soldini dato che ci tengono cosi tanto?????
    Punto quinto. E’ vero, ebbene si lo ammetto, due volte all’anno si teneva una manifestazione enogastronomica nel famosissimo uliveto, che però quest’anno è stata ridotta ad una sola edizione e per il prossimo anno ovviamente verra tolta anche quella in quanto le spese sappiamo tutti che superano di gran lunga i costi!
    PUNTO SESTO il più importante. Vorrei sapere in quale e in quanti paesi del lago voi tutti AVETE UN PARROCO CHE SI PREOCCUPA DELLA POLITICA (foto a cantieri non a norma, costruzioni dell uliveto ecc ecc) mentre i malati nelle proprie case si lamentano della sua assenza e in chiesa è riuscito a far allontanare tutti, con prediche che iniziano con i risultati calcistici e finiscono con le lamentele della popolazione di LImone. La mentele da parte nostra sono continue ma come “si dice” ” Lui è cosi POTENTE che nessuno riuscirà a mandarlo via. Al Vaticano ha conoscenze di un certo livello!!!” ahhhhhh ora si capisce tutto….Stiamo parlando di una piccola combricola con un potere pari alla famiglia Borgia….ma sapete com è finita quella famiglia???
    A Limone sul Garda biogna sapere che tutti invidiano tutti, che chi è contrario a tali lavori vive in case dove è stata fatta la medesima cosa o additìrittura si sono costruiti case in luoghi protetti dalle belle arti….mi chiedo con quale coraggio e con quale cattiveria riescano a parlare…prima si facciano i conti nelle loro tasche. La sera prima di andare a dormire chiedetevi quante cose siete riusciti a costruire grazie a sotterfugi…facciamo una lista??!!? Cè gente che ha lavorato per riuscire a costrirsi una villetta da 110 quadrati di superficie….questa è semplicemente invidia e mancanza di rispetto nei confronti di persone che sognano di sposarsi e vivere in una umile casetta con i propri figli….
    Buona giornata

    Rispondi
  3. Only Nature says:

    Per chi non lo sapesse, come si evince dallo scrittore dell’articolo pubblicato in alto, l’uliveto è protetto e non verrà tolta nemmeno una pianta (verranno solo leggermente spostate) – le stesse piante sono state infatti scrupolosamente numerate, tanto che sarebbe impossibile “radere al suolo l’uliveto” come l’utente Usardi afferma. Bisognerebbe documentarsi prima di scrivere parole che non hanno fondamento.
    Per quanto riguarda invece i ritrovamenti di interesse archeologico, bisognerebbe sapere che in TUTTI i terreni sono state fatte opportune rilevazioni in profondità per verificare l’eventuale presenza di reperti. Non è stato trovato alcun reperto. Nessuno. Forse questo il sig. Eraldo (chiamarlo parroco suonerebbe eccessivo e offensivo per chi è veramente parroco) si è “involontariamente” dimenticato di riportarlo nella sua prolissa corrispondenza. Ma ora è impegnato nella sua causa ecologista e appende striscioni di protesta che ammira probabilmente tutti i giorni insieme ai suoi quattro burattini, e non si chiede perchè la sua chiesa è sempre vuota, e non si accorge che Limone resterà unito, e lui non potrà fare niente per impedirlo. No, perchè lui intanto è in contemplazione di fronte alla sua chiesetta in mezzo all’oliveto, a sorvegliare il suo striscione, pagato con non si sa quali soldi (o forse la loro provenienza non è così misteriosa): qualcuno può ricordargli cortesemente che forse ha sbagliato indirizzo?

    Rispondi
  4. Tommaso says:

    Apprezzo molto l’osservazione di “Only Nature”. Ogni intervento urbanistico ovviamente ha lati positivi e lati negativi, ma onestamente non vedo negativamente il fatto che un parroco si interessi della “cosa pubblica” anziché solo delle anime. Il fatto che si sia esposto così tanto vuol dire che la cosa è quanto meno molto sentita, come si evince esserlo non solo per lui nei commenti a seguire ma con posizioni opposte. Limone è una fetta di terra tra monti e lago, qua l’urbanista deve essere anche un poco mago per poter soddisfare le esigenze abitative e non rovinare l’ambiente spettacolare di questo paese. Mi auguro che le esigenze abitative siano reali. Le seconde case – inabitabili da una famiglia per mq – sono già tante, troppe sulla riviera.

    Rispondi
  5. Only Nature says:

    Tommaso, hai perfettamente ragione, proprio per questo SOTTOLINEO NUOVAMENTE che sono PRIME CASE e che l uliveto verrà solamente “MODIFICATO”. Fino a oggi l opposizione ha fatto pensare a tutto il lago che si vada a radere al suolo una cosi bella zona di Limone!!! NON è VERO!!!!
    Non so chi tu sia e se sei del posto, ma fidati che ci sono stati comportamenti politici TROPPO pesanti da parte del Signor Eraldo. Hai ragione, una battaglia naturalistica è di fondamentale importanza, esporla in modo pacifico sarebbe stato comprensibile ed apprezzato da tutti. Invece PURTROPPO ha fatto una vera e propria battaglia POLITICA, persino con striscioni sulla chiesa. Non ho mai sentito che Gesù a casa sua attaccava stendardi contro questioni politiche in Gerusalemme o Nazaret o in qualsiasi altro paesino della Galilea. Lui ha portato pace, serenità , compiva opere buone. Eraldo ha passato il confine, una linea che poteva essere oltrepassata da organi locali competenti. Spero veramente di essermi fatta capire. A Limone i problemi sono molti e ce ne sono di più importanti…Fidati!!! 🙂

    Rispondi
  6. Sul Garda l’urbanistica speculativa è un esempio da non seguire noto ormai in buona parte della penisola. Si pensi ai casi di Manerba o di Toscolano, finito perfino su La7. Quindi, ogni intervento edificatorio fa urlare allo scempio, ma talvolta – come in questo caso – pare esserci una vera necessità abitativa che giustamente deve essere soddisfatta.

    Rispondi
  7. Only Nature says:

    Buongiorno Garda Magazine!!!!!
    Finalmente qualcuno che capisce come stanno le cose!!!! NON ESISTE NULLA DI SPECULATIVO e combatteremo fino alla fine per dimostrare ciò! A LIMONE NON CI SONO PIù CASE ED ORA CI SONO FAMIGLIE CHE NE HANNO BISOGNO QUESTA è LA VERITà!!! COMBATTIAMO QUESTE FALSISSIME VOCI!!!!
    BUONA GIORNATA!

    Rispondi
    • nicola ferrari says:

      Queste 27 case che volete costruire intorno alla chiesetta di SAN PIETRO
      sono UN DANNO AL TERRITORIO. CHI VUOLE COSTRUIRE E’ GIA’ PROPRIETARIO DI ALBERGHI NEGOZI E PROPRIETARIO DI CASE CHE STA AFFITTANDO AD ALTRI. se veramente c’era bisogno di queste prime case perchè il paese non è stato messo al corrente di tutto questo. Perchè dobbiamo venire a sapere queste cose dal parroco che si mette ad appendere striscioni per le vie del paese. Voi che parlate male del parroco e lo volete isolare diffamandolo ricordate che anche Cristo ha lottato da solo contro tutti ed è stato crocefisso. Questo parlare male a ruota libera del parroco indica già un deterioramento morale delle persone. E queste sono le persone che vogliono avere di più avere la strada libera per fare tutto quello che vogliono. Già questo la dice lunga di che razza di gente è.
      QUESTI DISCORSI SULLA PRIMA CASA SONO SOLO IPOCRITI E FASULLI
      PERCHE’ E’ L’UNICA GIUSTIFICAZIONE CHE AVETE. STATE ROVINANDO UN TERRITORIO BELLISSIMO E NON VI MERITATE DI ABITARLO.
      STATE FACENDO UN DANNO IRREPARABILE AL TURISMO limonese ed alto gardesano. CONFIDO
      NEL SINDACO E NELLA SUA LUNGIMIRANZA E LO PREGO VIVAMENTE DI RIVEDERE QUESTO PIANO .

      Rispondi
      • Only Nature says:

        Le tue notizie sono assolutamente false. Vai a vedere i proprietari delle case chi sono! E scoprirai che sono quasi tutte prime case. Se no ci becchiamo al bar da qualche parte e mi trovi una casa tu a limone. Anzi una casa per tutti quelli che la costruiscono come prima casa!!! SCOMMETTIAMO….TANTO PERDI! PER QUANTO RIGUARDA IL DON NON SAI NEMMENO COS HA FATTO A CERTA GENTE A LIMONE! INFORMATI!

        Rispondi
  8. Pinco Pallino says:

    Leggo molto divertito lo scritto di Don Eraldo e i successivi commenti, sono d’accordo che Don Eraldo debba occuparsi più delle anime che delle case, soprattutto in un paese in cui i casi di famiglie con problemi di droga, alcool, o dipendenze di varia natura tipo video poker, abbondano!
    Ma nello stesso tempo un uomo che del civil vivere e del bene comune si fa porta bandiere e mette faccia e corpo in piazza, è da ammirare e incoraggiare e se è possibile aiutare.
    Per quanto riguarda “Only nature” ha ragione che la casa è un diritto di tutti, ma qui stiamo parlando di personaggi tipo la figlia dell’impresario che ha già super villa a Tremosine ma vuole la villa anche a Limone, nonostante la famiglia possieda palazzine in centro storico completamente ristrutturare vuote e in vendita da anni, o della moglie albergatrice di quello che sta in comune che non gli basta la super villa che possiede e ne vuole costruire 3, 2 per i figli 20enni e 1 per se stessa dover aver già costruito un hotel in riva al lago che è più simile ad una caserma che un hotel a 4 stelle da tanti metri cubi di cemento che possiede; poi c’è l’altro che ha i soldi con il bar giù ‘del porto’ anche assessore della Giunta comunale, che possiede già case in oliveti e in centro storico ed è famoso per suo ‘cattivo gusto’, ma non gli basta; o il nipote del sindaco che vive nella villa ereditata dalla nonna ma vuole una villa sua perché in quella della nonna vuole farci appartamenti da affittare…. Per non parlare di chi è famoso per avere catene di alberghi in tutta Europa; sono tutti così i casi di quelli che vogliono costruire nell’oliveto, e parliamo di:
    Via Einaudi previste 6 case per un totale di metri cubi 2.100
    Via Tamas 12 case 4.000
    Via S.Pietro 15 case 5.250
    Via prealzo 5 case 1.750

    Che sarebbero le 4 viuzze nell’oliveto attorno alla Chiesetta Romanica di San Pietro che diventeranno strade asfaltate piene di case, certo la via di San Pietro (unica passeggiata sterrata 300 metri nell’oliveto) è piena di erbacce e erba alta, nei campi è pieno di baracche, ovvio sono gli stessi proprietari che da anni vogliono costruire e la fanno sembrare uno schifo.

    Invito tutti a fare 4 passi tra quegli olivi meravigliosi a San Pietro- fra gli ultimi rimasti a Limone sul Garda – e rendersi conto di quanta bellezza e ricchezza naturale ma anche agricola che tutta quella zona rappresenta sarebbe un orrore distruggerla.
    Siamo a meno di 8 km dal trentino dove hanno ripulito intere aree di terreno incolto e piantato centinaia di giovani olivi (zona Pasina e la via per Tenno/Ledro e Varone) noi che abbiamo oliveti centenari che ci invidiano tutti li sradichiamo per villette, che sicuramente verranno costruite come le ultime 30 villette costruite a Limone senza pannelli solari e fotovoltaici perchè esteticamente non sono belli e senza tenere minimamente conto del risparmio energetico e senza la minima sensibilità verso l’edilizia sostenibile a tutela dell’ambiente!

    In oltre cara ‘Only nature’, non è vero che a Limone c’è carenza di abitazioni, c’è un centro storico con decine di palazzine vuote ristrutturate e non, ci sono almeno 6 ville in vendita vuote, e a meno di 5 minuti da Limone in località Bassanega ci sono decine di villette in vendita con vista mozzafiato da ristrutturare e non, basta informarsi e aver un minimo d’amore verso il bene comune, perchè se uno possiede un oliveto anche se sulla carte è di sua proprietà rimane un bene di tutti!
    E visto che la ricchezza di Limone deriva dal turismo è bene tutelare il territorio che è la principale attrazione per il turista!

    Don Eraldo può avere tante ‘pecche’ ma sicuramente ha il coraggio di metterci la faccia e firmarsi cosa che io e te Only nature non abbiamo, perchè siamo terrorizzati da eventuali ritorsioni, io stesso che sono dipendente e non ho nulla da perdere rischierei che eventuali “poteri forti limonesi” nel leggere queste parole cercassero poi di farmela pagare come è già successo ad altri che hanno detto qualcosa..

    Rispondi
    • Only Nature says:

      Ma vedere che mi fate veramente incavolare?!?!?!? Punto primo è vero che ci sono appartamenti e palazzine a limone non invenduti e ce n è una in particolare per la quale avevo buttato l occhio….vuoi sapere il prezzo????? 45 mq 350.000 / 400.000 euro!!! con questi soldi la gente ci costruisce una casa! punto secondo “la moglie albergatrice” che conosco molto bene e “quello che lavora in comune”, TI DICO GIA CHE HAI FATTO UNA PESSIMA FIGURA, DATO CHE COME GLI ALTRI NON SAI COME STANNO LE COSE! LA CASA CHE COSTRUISCONO SARà LORO COME PRIMA CASA LA VILLA L HANNO VENDUTA AI PARENTI DUNQUE GIUSTAMENTE COSTRUISCONO UNA CASA PER LORO E DATO CHE NON è COLPA LORO DI AVERE 2 FIGLI NE COSTRUISCONO UNA A TESTA….PROBLEMI? TU PER I TUOI FIGLI NON LO FARESTI????
      ah per quanto riguarda l hotel in riva al lago sono due i caseggiati come vedi dal lago ed è l unico hotel ad avre un parco cosi grande….se vuoi vai al centro benessere nuovo come ho fatto io e guarda….
      COME HO DETTO AL TUO COMPARE CHE HA SCRITTO SOPRA….TROVA UNA CASA AD OGNUNO…E RIMBORSA I TERRENI CHE SI SONO COMPRATI CON IL DURO LAVORO DI UNA VITA….FACILE PARLARE QUANDO SI HA GIA UNA CASA.
      ps ho un appartamento di 45 mq …sicuramente potremmo fare cambio con la tua!!!!

      Rispondi
    • una mamma di limone says:

      ciao sono una mamma di limone,

      ho letto tutti i commenti che sono stati fatti e mi faccio una domanda: ma cosa c´è dietro tutte queste proteste? Invidia, rabbia,egoismo, voglia di protestare contro tutto e tutti. insoddisfazione, insulti contro tutti, una vita vuota e senza significato…
      Un commento dice “…una volta era un bel paese..”devo aggiungere che una volta il paese era molto povero e c´è la testimonianza di tanti vecchi, che raccontano della grande fatica, del poco cibo, della mancanza di abiti caldi per l’inverno, di un paio di scarpe belle per la messa, delle case fredde senza riscaldamento…Certo forse ci vorrebbe un pò di miseria per apprezzare ciò che abbiamo oggi.
      “Il ns. paese è meraviglioso e ogni stagione sempre più bello” questo dicono migliaia di turisti ogni volta che vengono a trovarci.
      Un commento dice “Il paese ha problemi seri” ma guardate la tv e vi rendete conto che i problemi seri sono ben altri: ci sono paesi distrutti dai terremoti e dalle innondazioni, intere famiglie senza casa e senza lavoro.
      E’ triste sentire tutti questi commenti: non portano niente di costruttivo per i ns. giovani. Pure nella ns. parrocchia ci sono problemi seri. Che esempio sta dando? E’ una vergogna!
      Noi genitori ce la mettiamo tutta per far diventare adulti i ns. figli, ma senza nessun aiuto…anzi grazie Don Eraldo, sei riuscito ad allontanarli persino dalla parrocchia.
      Questa sera ci saranno i fuochi… buon divertimento a tutti!!!

      Rispondi
      • Francesco says:

        Su Don Eraldo
        io in 40 anni di vita non ho mai visto tanto interesse attorno alla chiesa e al prete di Limone come in questi ultimi anni, e penso da buon ateo che il Don abbia trovato il modo giusto per rimettere la parrocchia al centro dell’attenzione di un paese come era fino a 50 anni fà, cosa che gli ultimi 4 Don ci hanno provato ma nessuno ci è mai riuscito, e anzi “cara mamma” tu mandi i figli in chiesa per proporgli un’insegnamento cattolico e di fede, mica per Don Eraldo, e si sa che i Limonesi vanno in chiesa solo a natale matrimoni e funerali e quando hanno figli piccoli, è così da 40 anni e nemmeno papa ratzinger a dir messa ogni domenica farebbe riempire la chiesa di limonesi!
        Poi sinceramente io ogni volta che vedo don Eraldo ci parlo assieme e non mi ha mai parlato male di nessun limonese, anzi mi ha sempre spronato a partecipare di più alla collettività! al contrario del nostro sindaco che una volta a palazzo dei congressi l’ho sentito imprecare parolacce contro don Eraldo, tanto che mi son vergognato per lui ed è stato proprio li che don ha cominciato ad attirare la mia attenzione!
        Parlando in giro vedo che sono parecchi che la domenica mattina vanno in chiesa più per sentire la predica dal pulpito di Don Eraldo che per altro!

        Rispondi
        • Adesso capisco, è la nuova evangelizzazione… fare gossip e politica per portare più gente in chiesa… altro che Vangelo, i preti precedenti non avevano capito proprio niente…

          Rispondi
  9. rossi attilio says:

    Gentili signori,
    ringrazio ‘pinco pallino’ per aver difeso l’oliveto di SAN PIETRO perchè anch’io la penso come lui-lei, ma non posso dirlo ad alta voce.
    Venite tutti a vedere l’oliveto di san pietro e fate qualcosa voi che siete fuori di Limone perchè a Limone c’è la mafia, chi osa pensarla contro i potenti rischia grosso. E’ sconcertante che si voglia distruggere quegli ultimi oliveti rimasti mentre il centro storico di Limone e sempre più abbandonato o una ‘bagarre’ da riempire stagionalmente per il personale degli alberghi. E’ eticamente immorale che certa gente approfitti così del proprio potere per farsi degli interessi personali, ma più che altro per distruggere la bellezze di un territorio che i loro antenati hanno lavorato e bonificato duramente.
    Non sono tanto daccordo sul fatto che intorno a San Pietro i terreni sono abbandonati, si c’è qualche baracca, ma cosa vi fa l’erba alta…. l’erba alta attira le farfalle ed è così bello vedere qualche zona un po’ naturale camminando qua e là. Il problema di questo sindaco è che vuole tutto allargato per lui e i suoi amici che vanno in giro con i macchinoni. Vogliono tutto dritto e perfetto, mancano di senso interiore, di fantasia forse di cultura, pur essendo persone intelligenti non hanno altro modo per passare il tempo che nel continuare ad edificare, costruire, allargare strade, cementificare parcheggi. I fiumi vengono raddrizzati, le stradini negli oliveti allargate per fantomatiche piste ciclabili dove poi passano i camion.
    Io non so cosa darei per stillare un po’ d’immaginazione e fantasia e anche buon gusto in queste persone, perchè sono anche persone perbene ma si circondano solo da ignoranti e tirapiedi che non sanno farli ragionare o instillare un po’ di buon senso. E’ una fortuna che a Limone sia arrivato don Eraldo molte persone gli vogliono bene perchè è l’unica persona con il quale si puo’ parlare in questo paese senza venir traditi. Questo è un paese che ha problemi seri, le persone hanno un vuoto interiore incolmabile. Don eraldo è da ammirare perchè ha il coraggio di fare e dire quello che molti pensano ma nessuno ha il coraggio di fare. E’ un bravo parroco e non è vero che le sue messe sono vuote, don Eraldo è potente non perchè ha conoscenze in Vaticano, ma perchè è una persona coraggiosa e non si ferma davanti a nessuno… la sua è una missione vera, contemporanea…. viva se tutti i parroci fossero come lui l’Italia sarebbe un paese bellissimo.
    Un caro saluto a tutti, auguro a tutti ogni bene, prendete in mano un libro e leggete, cominciate a pensare… magari cominciare ad ‘essere’ risolverebbe anche la voglia di ‘avere’ sempre di più… MA LASCIATE STARE L’OLIVETO DI SAN PIETRO E TUTTI GLI OLIVETI LIMITROFI, LASCIATELI STARE NON SOLO PER VOI, MA ANCHE PER I VOSTRI FIGLI E NIPOTI!

    Rispondi
  10. UN TURISTA says:

    Se Limone avrà un futuro non sarà certamente trainato dalla costruzione di alberghi, ville, villette strade e stradine, perché ogni metro cubo che viene costruito è un piccolo passo avanti nella distruzione del valore turistico che il paese ha. Ci vuole poco a capirlo ma è quasi impossibile quando si è mossi dalla ricerca di favori, investimenti ed interessi.
    E’ evidente che non importa a chi governa, ma non importa nemmeno a tanti cittadini limonesi, altrimenti non sarebbe un prete (magari se ne stessi dentro la parrocchia) a difendere il valore che per prima tiene la industria del turismo: la natura intorno al paese, la tradizione, la bellezza, quello che Limone è stato…
    Trovo rattristante assistere alla azione di distruzione, il vostro disinteresse cosi decadente da portarvi a non sapere distinguere tra quello che è buono e porta al futuro da quello che non lo è.
    Un turista

    Rispondi
  11. Daniele says:

    Molto interessanti i commenti, la discussione sulla vicenda è entrata nel vivo. Effettivamente Don Eraldo ci sta mettendo la faccia, non si può dire altrettanto di tutti voi altri… è un peccato, perché la discussione sarebbe stata più bella… ad esempio si sarebbe potuto sapere se quelle persone che dicono che in centro ci sono tante case vuote e in vendita, abitano a loro volta in una di quelle case, nel centro storico… oppure abitano fuori dal centro… dove a suo tempo si son dovuti tagliare olivi e togliere spazi verdi alla natura… o del perché han costruito in periferia…
    lungi da me l’idea che sia per quello che non ci mettono la faccia, per il loro essere ambientalisti del momento, amanti della natura per interesse, facile esserlo con il verde degli altri… lungi da me l’idea che sia per quello che mandano avanti don Eraldo, dato la sua carica religiosa può tranquillamente metterci la faccia… lungi da me l’idea che sia per questi motivi o per altri scheletri che non vi firmate… altro che mafia a Limone…
    Den7

    Rispondi
    • Fortunato Ilario says:

      wow mi avevano detto ma non credevo
      caro Den, lungi da te tutto cio, ma ricorda:
      i Nonni costruiscono, i figli portano avanti e i nipoti distruggono;
      nipoti 20enni cresciuti nell’abbondanza e nei lussi e che manco si ricordano i sacrifici dei nonni o addirittura se ne vergognano, madri che vanno a gara a chi ha il suv più grosso, mariti che appena possono le tradiscono con la prima rumena che assumono, Limone uno specchio di un’italietta che rincorre il guadagno facile, si disprezzano le istituzioni almeno che non facciano il nostro gioco sporco,

      Lo sviluppo che ha portato i nostri nonni a costruire Limone in questi 50 anni ha sempre voluto tenere conto degli oliveti del verde e un buon gusto paesaggistico, persone umili cresciute nella povertà ma con una profonda cultura e saggezza, cosa che ora è dura da riscontrare negli abitanti di questo paese, e se un sindaco il quale compito è sindacare essere imparziale e avere una visione a 360 grandi sul territorio, non ce l’ha, tutto cio è a rischio, e fra 20 anni quando i nostri nipoti saranno grandi e Limone sarà devastato dal cemento sarà impossibile tornare indietro.
      Io vivo in trentino in una casa classe A+ e in 10 minuti arrivo a limone, qui c’è una più ampia sensibilità verso il territorio, e se qualche anno fa come si era detto c’era la possibilità di passare da BS a TN e non lo si è fatto, è stata una grande occasione persa.

      più si costruisce, più tasse vengono pagate, c’è più bisogno di elettricisti imbianchini muratori, aumenta l’economia e la popolazione e in più gli apparecchi radio wifi le utenze telefoniche e le super antenne e i tumori! morto il super germano che ha super costruito chi pensi che comandi ora? la Vecchia tra una messa in piega dal parrucchiere e un viaggio in africa? e dietro al pippo? che compra campeggi da decine di milioni di euro in tutto il nord Italia con chissà quali soldi e per chi, ormai anche lui decrepito e pronto per l’altro mondo chi subentrerà? la smania di arricchirsi sta portando loschi figuri in questo paese;
      il furto sul lungo lago + che un semplice furto è sembrato del tutto un’avvertimento in puro stampo mafioso

      Certo potremmo sempre costruire finte limonaie per i turisti, allestire un museo e mettere splendide foto di Limone come era in passato e dire ai turisti “una volta era un bel paese” e offrirgli vitto e alloggio a 20 euro, e far passare ogni anno il giro d’italia da Limone e affittare spazi ai cinesi opss ma tutto cio già succede..

      caro Den non sottovalutare, apri gli occhi

      Ilario

      Rispondi
  12. Daniele says:

    Caro Ilario (o chiunque tu sia..) complimenti….
    Complimenti per essere così informato sulle vicende limonesi (?), nonostante tu viva in trentino (?)…
    Complimenti per aver spalato m…a su alcuni limonesi ( le fonti quali sono?)… cosa c’entrano poi con l’argomento dell’articolo??? Come mai questo sfogo personale???
    Complimenti per il bel discorso sui nonni che han costruito… volevi far colpo su qualcuno in particolare?
    Grazie, mi hai aperto veramente gli occhi, mi rendo conto che tipo sei… o siete..
    Daniele “Den7” Boschi

    Rispondi
  13. Daniele says:

    Dimenticavo… complimenti anche a don Eraldo per i suoi sostenitori… la dicono lunga sulla questione…
    Daniele “Den7” Boschi

    Rispondi
    • roberto says:

      caro daniele, non so cosa ti ha fatto don eraldo perchè tu arrivi ad odiarlo così e anche su tutto il resto prendi la cosa troppo sul personale. Il fatto che ci siano case nell’oliveto non ci da a nessuno il diritto di continuare a rovinare il territorio. Anche il sindaco ha una villetta nell’oliveto questo non da il diritoo a nessuno di ricattarlo dicendo ‘anche tu hai la casa nell’oliveto allora anch’io devo averla’. Le persone hanno il diritto di dire e scrivere quello che pensano. Usano degli acronimi o nomi fasulli perchè hanno paura di avere ritorsioni. Il dialogo e la comunicazione sono importanti. Se invece di fare tutto di nascosto facevate una riunione pubblica nella quale si fosse discusso tutto quanto il piano regolatore quindi anche la questione dei metri cubi a san pietro dove esattamente e chi. magare adesso tutto questo non sarebbe successo. Di solito un piano regolatore prima ancora che vada in consiglio comunale per essere approvato deve essere discusso ma non da una commissione edilizia dove ci sono solo gli interessati. Ci vuole più trasparenza e più comunicazione e forse meno odio. Don Eraldo ha fatto a te tanto quanto a fatto a tutti noi. Ciò non vuol dire che ci da il diritto di insultarlo e diffamarlo. Nessuno lo sta facendo ne con te ne con il sindaco. Resta e rimane che albergatori vogliono costruirsi alcune di quelle villette ed hanno già detto che le venderanno perchè non sono come le avrebbero volute. Poi c’è il signor Horstmann ecc ecc…. Noi ci limitiamo solo a dire il nostro parere voi con glia agganci politici che ha in nostro sindaco riuscirete tranquilli a farvi le vostre villette, non prendertela, mi dispiace solo per il terrritorio per un paese così bello che sta sempre più perdendo il suo carattere, la sua anima selvaggia. un saluto a tutti, roberto

      Rispondi
      • Daniele says:

        Sig. Roberto, dove avrei insultato don Eraldo? o riletto i miei commenti e non vedo nessun insulto verso il parroco, li rilegga anche lei.. non ho insultato nessuno, non si può dire lo stesso degli altri commenti… lei dice che il dialogo è importante, che ci vuole più comunicazione, infatti mi son permesso di unirmi al dialogo in questo articolo, senza insultare, senza tirare in ballo la vita privata di altri concittadini e mettendoci la faccia… si può dire lo stesso degli altri commenti? o del tuo?
        Lasciamo perdere per favore la finta scusa delle pseudo-ritorsioni, se uno è nel giusto che bisogno ha di nascondersi?

        Rispondi
    • Only Nature says:

      Daniele!!! sai questi chi parlano chi sono?!?!?! quelli che hanno disboscato per le case popolari o altri terreni di limone …o chi vive nelle case popolari e non potrebbe nemmeno starci…(facciamo nomi)))???? oppure quelli che hanno fatto i villoni nelle limonaie (((facciamo nomi???))) SIETE SCANDALOSI NON VI INFORMATE DI NULLA E SPARATE A RAFFICA SULLE ALTRE PERSONE….CHI NON HA PECCATO SCAGLI LAPRIMA PIETRA GIUSTO?!?!? PENSO CHE NON RIUSCIREMO NEMMENO A COSTRUIRE UNA MISERA COLLINA!!!………………………………………………E POI DANIELE è INUTILE FARE QUESTA GUERRA,,,, GIUSTO???

      Rispondi
  14. Giuliana says:

    Ho visto i commenti di only nature….che tiravano in causa noi del du lac…
    e ringrazio del sostegno. Mi dispiace veramente che malgrado il duro lavoro di 30 della mia famiglia a Limone non sia sufficiente per far sparlare male di noi da Mr. Pinco Pallino. CONFERMO la sua totale ignoranza e mancanza d’informazione sulla costruzione delle case. Sono tutte prime case ed i miei zii sono stati VERAMENTE delle stupende persone a lasciarmi la LORO casa in modo che io possa vivere con mia mamma. Mentre loro si trasferiranno con i miei cugini nelle nuove case.
    Mr. Pinco Pallino…ora hai scuse da fare?!?!?!? L’INVIDIA sulle cose altrui è una brutta bestia…! credi che non mi piacerebbe “rivoluzionare i miei caseggiati”??? ho un parco eccezionale qui sul lago e ci credo vivamente che ci vorresti venire a vivere! Un consiglio?!? Evita di parlare di noi perchè fin ora hai gia sparato un bel po di ca…..!!!! Buona vita.

    Rispondi
  15. marti marti says:

    Only nature! le 3 cerve dalla testa nera invece di vendere la villa ai parenti allora era meglio che se la tenessero, e la nipotina ha comprato casa tra quelle in vendita tra le prime case a schiera costruite a limone sotto i carabinieri (p.s. Giuliana comprati quella in parte a tua nipote che è in vendita) e vai a badare a fratello tox che ne ha bisogno, nel terreno in cui sono state costruite le ultime case popolari ci abitiamo in 20 famiglie tutte con figli piccoli, voi nella stessa quantità di metri quadrati ci costruite tre ville massacrando olivi centenari! vergogna!

    Rispondi
    • Giuliana says:

      ma forse non hai capito bene chi sono….io non ho NIPOTI!!! e nessuno della mia famiglia ha comprato casa sotto i carabinieri!!!! ti stai sbagliando con un altra famiglia!!!, ora come ora se vuoi chiedermi delle info sono a tua disposizione e sinceramente mio cugino non è assolutamente tossico…non penso che sai di chi parli veramente, guarda mi spiace un sacco di quello che dici e ti perdono in partenza perchè TE LO GIURO che hai sbagliato persona…

      Rispondi
      • Giuliana says:

        e per lo meno io ho avuto il coraggio di scrivere chi sono FALLO ANCHE TU!!! INSULTARCI SENZA SAPERE QUELLO CHE SI DICE E INFO TOTALMENTE SBAGLIATE NON PORTANO A NULLA!!!! MAGARI AVESSIMO UNA VILLA COME DICI TU!!!

        Rispondi
    • Elisa Segala says:

      I miei complimenti a Marti Marti – ennesimo anonimo, del resto – : secondo Lei come è possibile che Giuliana sia mia zia? Vediamo, se io fossi sua nipote, lei sarebbe mia zia, o forse mia nonna? La informo che siamo cugine. Partendo da questo presupposto, non è difficile accorgersi di quanto le Sue parole siano poco, pochissimo documentate. Le Sue parole non hanno fondamento, ed in particolar modo per quanto concerne il mio ipotetico acquisto di una di quelle prime case che Lei menziona con convinzione. Forse sa spiegare a tutti, ed anche a me, come avrei potuto fare un acquisto del genere quando negli ultimi tre anni sono stata impegnata all’Universitá di Trento a studiare? Avrei vinto all’Enalotto? No, non gioco. Non ho mai giocato. Vede, è facile smentire voci prive di fondamento. Ho studiato, l’unica cosa che ho acquisito, peraltro senza spendere granché, é stata una maggiore conoscenza.
      Vorrei solo dire che sarebbe bello, per tante persone, vedere altre realtà al di fuori di questa piccola comunità. Per rendersi conto che le persone possono essere veramente felici. La felicità non la determina una casa nuova o una casa piú grande. La felicità è dentro di noi. Pensi che c’è come un muro tra questa felicitá nascosta, che tanti non riescono a percepire, e la sua esternazione, il suo concretizzarsi nel mondo, con gli altri. Questo muro è l’invidia, l’odio, il rancore, o come vuole chiamarli – ogni sentimento negativo. Pensi che l’invidia sola ha corroso popolazioni intere, l’ignoranza le ha rese schiave cosí come l’odio e il rancore.
      Se ha qualche risentimento nei miei confronti, non esiti a contattarmi – in fondo immagino che sappia dove trovarmi. Le chiedo vivamente di non diffamare me e le persone della mia famiglia. Grazie

      Rispondi
  16. Un limonese says:

    Povero Den, sei proprio arrabbiato…..ma quanto buon tempo hai? Prima di mostrare tutta la tua intelligenza a tutti noi a chiacchierare, tu nella vita cosa hai fatto da poterti permettere di giudicare un Monsignore? Almeno lui f ha raggiunto una meta, la tua quale e’ ? Per il momento mangi, dormi, bevi, insulti! Ma da che apice………..! Forse hai fatto 2 conti e se il tuo fratellino corridore si fa’ la casa nell’ oliveto (anche quella avuta da altri) a te resta la casa sul Lungolago……
    Bravo, daltronde chi non ha arte ne parte deve cercare di prendere da chi ha!
    Scusami tanto ma leggo spesso dei tuoi commenti e sembra proprio che tu sia piu’ che motivato, i tuoi interessi sono forti, ma dovresti stare piu’ tranquillo dato che se hai cosi’ tanta ragione anche il Don non potra’ farci niente, i diritti sono diritti, basta siano nella legalita’! Cmq ho sentito parlare del furto avvenuto sotto casa tua, come mai non te la prendi cosi’ a cuore dato che non hai sentito nemmeno l’allarme che suonava , il vetro abbattuto da un’ auto ( terremoto?), hai tanto a cuore le villette, e quelli del negozio sotto di te? Non sono mica tuoi parenti? Forse e’ perche’ e’ meglio non sentire e non vedere quando fa’ comodo……….
    Bravo! Dimostri di essere proprio un cittadino modello e meritevole di essere ascolato,commentato e a volte deriso!
    Stai attento…….non e’ tutto oro quello che Tutte le battaglie nella vita servono a insegnarci qualcosa, anche quelle perdute.

    Rispondi
  17. Daniele says:

    Caro Limonese, finalmente qualche anonimo che insulta anche me, mi domandavo come mai non era ancora successo, visto che gli anonimi lo fanno spesso, è la loro unica arma.
    I miei complimenti a don Eraldo per la sua carica di monsignore, mai messa in discussione peraltro… sto ancora aspettando che mi diciate dove lo insulto 🙂
    Hai ragione, chi non ha arte ne parte deve prendere da chi ha, c’è chi ha già avuto e chi avrà, si chiama eredità (ho fatto la rima poetica pure io). Per mia fortuna ho dei nonni che permetteranno, forse, in futuro, a mia mamma di avere qualcosa pure lei oppure non avremo niente, come adesso, magari cercherò di provare a combinare qualcosa di giusto nella vita da un’altra parte, lasciando ad altri quello che forse, come dici tu, non ho meritato.
    Mai vantato chissà quale intelligenza (io).
    Grazie ancora di avermi dato del fallito 🙂 Chissà, magari sono ancora in tempo per combinare qualcosa, speriamo 🙂
    Mi spiace per i miei zii, purtroppo lo ammetto, abito sopra il negozio ma non ho sentito niente, come tutti gli altri in parte. Confido nelle forze dell’ordine. Il resto sono solo squallide accuse dette da chi sa di essere protetto dall’anonimato

    Rispondi
  18. Guido Girardi says:

    Il Signor Eraldo non ha ancora capito che al consiglio comunale non c’era nessuno perchè i limonesi sapevano che Lui ci sarebbe stato e piuttosto di incontrarlo si sono guardati bene dal parteciparvi. Oramai qui a limone non lo sopporta più nessuno!
    Complimenti poi all’autore dell’articolo e al suo editore per aver controllato le fonti e aver obbiettivamente sentito tutte le campane.. abbiate almeno il buon gusto di cambiarvi il nome da corriere del garda a Corriere della Sacra Inqusizione.

    Rispondi
    • uno dei partecipanti says:

      Pare che tu sapevi bene che quel Signor Eraldo sarebbe stato presente a quel Battesimo dove tu hai fatto da ‘Padrino’ . Infatti era lui a versare l’acqua sul capo. Eppure sei andato nonostante sapessi che lui era là. E perchè sei andato allora? Nessuno non va ai Consigli comunali perchè l’orario non va bene! e perchè si sà che tanto non cambia niente visto che i consiglieri di opposizione sono comprati. Spari e ti colpisci il cuore. Povero te..

      Rispondi
  19. Una persona comune says:

    Salve a tutti,
    Tutti questi commenti mostrano l’ostilità che regna all’interno di Limone, paese che tutti descrivono come ” un’oasi felice” , a lungo andare questa descrizione scomparira’ dato che i bei colori del paese andranno a scomparire e gli abitanti non riescono a vivere pacificamente! Ma chi ha causato tutto questo? E’ forse la cosiddetta “mafia”? Gli abitanti che per paura tacciono? Credo che se e’ così e’ arrivato il momento di esprimere le proprie opinioni senza paura, e non dietro dei commenti!
    Caro Daniele, prima di giudicare chi commenta dietro nomi fasulli solo perché ti danno contro, suggerisci a Only Natur di scrivere con il suo vero nome! Sappi che le cose che stai dicendo sono assurde, per fare qualcosa nella vita bisogna rimboccarsi le maniche e darsi da fare, non sperare che tutto venga da se… Buonagiornata

    Rispondi
  20. Girardi Nicola says:

    Abbiate il coraggio di metterci la faccia, o almeno il nome veritiero nei vostri commenti…. Sono capaci tutti a parlare e scrivere dietro a finti nomi o soprannomi… I miei più sentiti complimenti a chi ci ha messo e ci metterà sempre la FACCIA!
    Slauti a tutti….

    Rispondi
    • Giuliana M. says:

      Oooooo bravo nik tutti bravi ad insultare senza mettere nome e per di più sparando milioni di ca… Su questioni familiari di cui ovviamente nn sanno nulla! Vi prego smettiamola perché stiamo facendo una pessima figura ci chiamano “beautiful”!! Per di più qst giornale sta solo aumentando i lettori ;)) tra poco ci ringraziano. Chi nn vuole partecipare seriamente alla discussione con nome e cognome eviti !!Vi ricordo che dai 18 anni ognuno è responsabile delle proprie azioni e qui molti fanno gli struzzi! Buona serata!!!;)

      Rispondi
    • Elisa Segala says:

      Sí Nicola, sono capaci tutti di scrivere dietro finti nomi… Non è cosí difficile diffamare le persone se hai una maschera. Ormai sembra di vivere nel Paese dei Burattini.. Un saluto anche a te!

      Rispondi
  21. Pantera rosa says:

    Ma che bella giornata…. a Limone.
    Il tempo è l’unica cosa che non si può fermare.

    Rispondi
  22. Esterno says:

    Salve a tutti, non conosco i fatti e quindi non mi intrometto e/o commento.
    Visto che questa pagina è pubblica, non mi sembra che la città di Limone faccia una bella figura, se qualche turista si mette a leggere…
    Magari spostare in un forum privato cosi potete parlare/discutere/insultarvi ?

    Buon lavoro e buona continuazione…

    Rispondi
  23. Giacomo says:

    Mi imbatto in questo forum quasi per caso e cosa scopro! Limone è un paese a cui sono molto affezionato e in cui più volte ho soggiornato come turista. Amo molto la natura e credo che a prescindere pensare di costruire ancora e proprio nell’area dell’uliveto non sia una scelta intelligente e lungimirante. Fermatevi finchè siete ancora in tempo! io non sono bene dentro la questione, ma il sospetto dell’ennesima speculazione è inevitabile. Da adesso mi terrò informato sugli sviluppi della cosa. Giacomo da Padova, amareggiato e deluso.

    Rispondi
  24. max says:

    ciao, leggo commenti veramente all’limite dell’inteligenza umana. Anonimi che insultano, il parroco che indaga, boh!! qui non facciamo una gran figura tutti quanti. Veniamo al dunque, si parla di questo nuovo piano regolatore cioè di circa una ventina di villette di 350 metricubi che dovrebbero essere costruite su terreni di circa 1200/2000 mq ( in basse alla possibilità del singolo propietario ) con tutti i parametri riguardo al rispetto dell’ambiente ( case basse ) insomma con il più basso impatto ambientale possibile. Mi chiedo e vi chiedo: Per quale motivo il continuo insistere sul danno archeologico, quando è ornai noto che le case verranno costruite a circa 70 metri dalla chiesa con relativi scavi di controllo per reperti archeologici fatti nel mese di novembre, dal esito negativo. Perchè il propietario del terreno non può avere il sogno di potersi costruire la sua casa con il sacrificio di una vita di lavoro, e forse invidia? o siete mossi da spirito di rivalsa verso tizio o caio. Perchè tirare in ballo varie associazioni a delinquere (mafia) solo per denigrare, cosa penseranno quelle persone che non risiedono a Limone e leggono questi commenti, ma vi rendete conto cos’è la MAFIA ?? a me non risulta che ci sia qualcuno che paga il pizzo, o che abbia rivevuto minaccie di morte, non vedo loschi figuri che bazzicano il paese armati con accenti strani.Forse e meglio non si scherza con certe realtà.

    Rispondi
  25. Cico says:

    Ormai sono 10 anni che vivo a Riva e dopo tutto quello che ho letto oggi sono sempre più felice della mia scelta. Ho solo un consiglio da dare a tutti. Smettetela di scrivere cazzate e cattiverie su un forum del cazzo perchè state facendo fare a tutto il Paese una Grande figura di Merda. Perchè invece non vi trovate in una sala riunioni o al palazzetto a parlare, discutere o magari anche a picchiarvi? I signori che scrivono sotto falso nome possono mettere una maschera per non farsi riconoscere…… Ciao a tutti e RILASSATEVI

    Rispondi
    • Giuliana M. says:

      Semplice, perchè si sono finalmente resi conto che cè solamente da vergognarsi di ciò che hanno scritto e ci rimetterebbero la faccia!!! Molti sono stati derisi in tutto il paese dunque mi sembra ovvia la loro paura!
      Inoltre vorrei ricordare che non è impossibile arrivare all’autore dei commenti infatti ecco un articolo che fa il caso vostro:

      La diffamazione, in diritto penale italiano, è il delitto previsto dall’art. 595 del Codice Penale secondo cui:

      « Chiunque, comunicando con più persone, offende l’altrui reputazione, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1032.
      Se l’offesa consiste nell’attribuzione di un fatto determinato, la pena è della reclusione fino a due anni, ovvero della multa fino a euro 2065.
      Se l’offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore ad euro 516.

      …Meglio smetterla “anonimi”….o no?!?!?………..ps per anonimi s intende anche il “turista” o la ” persona comune” !! 🙂

      Rispondi
    • Hai ragione Cico, rispondo al tuo appello, non interverrò più in questa discussione, stiamo già facendo una pessima figura grazie a loro…

      Rispondi
      • Cico says:

        Sono d accrdo con te. Ma ricorda che a volte l indifferenza da più fastidio che rispondere alle provocazioni…. Lasciali parlare male di tutto e tutti , che loro sono superiori a noi comuni mortali. Ciao

        Rispondi
        • Tutti ipocriti says:

          Siete solo degli ipocriti!
          Stiamo tutti zitti, ha ragione CICO, dopo tutto che gli e ne può fregà al Cico se dal “al Tamas” alla “Milanesa” in giù asfaltano tutto? Tanto meglio se i turisti non hanno più interesse nel camminare fra gli oliveti se non ce ne saranno più e se ne stanno sul lungolago a far avanti e indietro, tanto meglio per il suo locale! e tutti gli altri possono pure fare la fame!
          Asfaltiamo pure tutte le vie e trasformiamole in super strade come l’orrenda via caldogno senza marciapiedi senza panchine e con delle belle recinzioni alte!
          Forse però se fanno quel super santuario megagalattico per il Comboni forse arrotondiamo vendendo qualche bottiglietta di acqua ai pellegrini assetati, sperando che il comune non metta fontanelle!
          La pista ciclabile però che passa d’avanti al du lac all’ideal quella non la volete perché deturpa il paesaggio e i vostri interessi

          Rispondi
  26. Giuliana M. says:

    Tutti ipocriti sai leggere i post?! ? Se nn hai problemi a scrivere nel blog mettiti il NOME siamo tt stufi di gente che scrive senza coraggio di quello che fa!!!

    Rispondi
  27. max says:

    Consiglio vivamente agli anonimi che la strada che hanno intrapreso mette il paese sotto una cattiva luce, qualcuno ha scritto che a Limone ci sono politici corrotti. AVETE LE PROVE??? perchè senza quelle, state facendo diffamazioni.
    Perseguibili dalla legge FATE MOLTA ATTENZIONE la denucia e dietro l’angolo.

    Rispondi
  28. pantera rosa says:

    Ma che brutte giornate …. a Limone.
    Pessimismo e fatica il tempo non fermeran.
    Homo homini lupus.

    Rispondi
  29. Seta says:

    altro che case.. vi state costruendo la vostra tomba! se non lo capite voi che la vostra risorsa è il paesaggio non so come vi salverete! complimenti

    Rispondi
    • max says:

      Complimenti a te Seta ( altro anonimo?)… che ci hai condannato a morte!!!…
      Sei forse un oracolo?? MA FINITELA DI SPARARE SENTENZE!!!

      Rispondi
      • Giuliana M. says:

        max ma tu non sai dove abita lui!!!!…..in una caverna!!!o forse se ha soldi in una roulotte!!! ha detto lui che le case rovinano il paesaggio, dunque non venirmi a dire che la sua casa è a Limone…emmmmmmmmm (ps…il bello è che vi state prendendo in giro da soli con certi post!!…in questo caso per fortuna anonimo….)

        Rispondi
      • uno dei partecipanti says:

        vedrai fra poco quando cadrà su Limone l’oracolo… si scherza coi fanti ma non …. Chissà quante maledizioni! Ma anche tu eri là al Battesimo!!!!

        Rispondi
  30. FORTUNATO says:

    … due PUNTI SULLA FACCENDA è che nonostante queste 27 case che si dovrebbero costruire nella zona intorno alla Chiesa di San Pietro pur stando a 70 m dalla chiesa stessa, non eliminano la questione di fondo, che a Limone si è costruito abbastanza. Tutti quelli che vogliono costruire hanno già case e possedimenti edificati che possono tranquillamente ampliare e dedicare alla loro futura residenza.
    – Ci deve essere un limite alla distruzione dell’uomo sull’oliveto
    – e ci deve essere il dovuto dialogo sulle cose prima che sia troppo tardi,
    – Il sindaco che fa fare agli amici o a tutti quelli del quale avrà un ampio consenso elettorale un po’ quello che vogliono deve riflettere sul suo operato, perchè bisogna anche saper dire di no, non solo al povero diavolo che vuole aprirsi un balcone o una finestra o apportare delle migliorie alla propria casa, al quale queste migliorie vengono negate,
    ma ci devono essere delle regole a livello più profondo su delle cose fondamentali; perchè questi terreni erano originariamente terreni AGRICOLI che poi con una spallata di giunta sono diventati edificabili.
    -Il problema di fondo è una cultura sbagliata del territorio, non possono farci niente se questi limonesi emergenti si trovano ad avere una cultura che è peggio di quella dei loro padri. I padri venivano si dalla povertà e sono forse più giustificabili… ma queste nuove generazioni di limonesi che vanno orgogliosi di essere fascisti e che vogliono costruire e fare tutto quello che vogliono sono veramente pericolosi.
    -Sono avvilenti E IRRICONOSCENTI i commenti su un parroco come Don Eraldo che ha fatto restaurare ben 4 Chiese, Oratori, Canoniche fatto fare uno scivolo per disabili e carrozzine, fatto restaurare campanili, iniziato e favorito la pubblicazione di libri, di scavi archeologici restaurato di opere d’arte, restaurato l’organo, restaurato portali antichissimi
    facendo lavorare artigiani e artisti locali venga trattato in questo modo, Boicottato, pedinato ecc ecc.
    Come si può permettersi commenti del tipo’ nessuno sopporta più il parroco’
    riferendosi ad una persona del calibro di Don Eraldo…..
    Una cosa è veramente degna di nota
    che questo parroco è venuto proprio al posto giusto, forse per far riflettere qualcuno di noi …. e certamente qui c’è tanto da fare.
    Questi commenti sono molto utili perchè mettono in luce una mentalità
    incolta e ignorante, bisognerebbe che qualcuno di voi leggesse un po’ di più e si informasse su certe devastazioni fatte dalla storia, forse leggendo della sofferenza degli altri si comincia ad avere un po’ di umiltà, un minimo di buon senso e un po’ di capacità di riflessione critica.
    Nessuno ce l’ha con quelli che vogliono costruire, ed ognuno è libero di scrivere i commenti che desidera, ma c’è un limite a tutto e questo limite si è superato a Limone. Uno di questi limiti , che è quello morale, è difficile da controllare ormai in persone adulte, ma almeno quello ‘del costruire’ quello si deve fermare.
    Ultimamente si sono fatti tante di quelle cose orrende, dal parcheggio al palazzetto dello sport … edificazioni troppo alte troppo invadenti per un territorio così piccolo…che ormai non ci si fida più di altri possibili progetti
    e 13,000 metri cubi di altro cemento di nuove case 36 in totale solo 27 case in san pietro e sono veramente tanti!!!
    Diffronte a 13,000 metri cubi di nuove edificazioni di nuovo asfalto limitrofo
    come fate ad andare a dormire con la coscienza pulita???
    Tutto questo dibattito, anche se magari non servirà a fermare le case che volete effettivamente costruire, da almeno ad alcuni, forse troppo pochi, la possibilità di dirvi come la pensano. E siccome non siamo ancora nello stato fascista che voi auspicate dove tutti la devono pensare allo stesso modo, abbiate anche voi almeno una volta ogni tanto la possibilità di assaggiare il gusto della democrazia, il gusto del pensiero libero, il buon gusto della differenza e di quella di poterla pensare diversamente!!!
    Provo solo compassione per certi, sento con piacere che qualcuno sa ancora riflettere!!

    Rispondi
  31. max says:

    Sig Fortunato, ( spero lo sia anche di fatto, non solo di nome ) concordo con lei sul fatto che verso in ns parroco forse abbiamo un pò esagerato con le critiche però qui a Limone in molti pensano che questo suo continuo interessamento verso il territorio non sia tutta farina del suo sacco ma sembra che sia istigato da qualche persona a lui vicina magari tra questi c’è anche lei (Ilario). Sig. Fortunato (di nome e di fatto, forse) Lei sicuramente sarà propietario di case quindi non si pone il problema che tra quelle 20 case ci possa essere qualcuno che ha necessità di una abitazione?. Lei parla di giovani maleducati privi di cultura che insultano, non è forse lei Sig. Ilario che ha inziato con chiare frasi diffamatorie verso componenti di famiglie importanti Limonesi ponendo seri dubbi sulla provenienza dei lori beni economici. Qui nessuno vieta di esprimere le proprie opinioni però toglietevi queste maschere fatevi vedere e sono sicuro che riceverete più consensi che insulti. Abbiate il coraggio di esprimere il vostro parere con il vostro nome non con ridicoli pseudonimi o forse e più facile (vile) infangare un intero paese con un nome falso. Sig. Fortunato ( forse un pò meno di nome che di fatto) la saluto con poca stima
    Max Bottino

    Rispondi
  32. Giuliana M. says:

    Beh, mi fa sempre piacere Signor fortunato (ma…il nome é reale?!?!? ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh no ovviamente!!!!…se la fa sotto, cm tanti altri)
    che lei sappia le situazioni familiari di TUTTI, infatti non sa che volevamo fare una casa in mezzo al nostro hotel o innalzare la casa in via Milanesa di 4 piani…..strano….non ce l hanno concesso!!! (ovviamente sto mettendo sul ridere le sue convinzioni che la gente abbia 2000 terreni in giro per il nord del lago dove possa costruire ovunque!) Adesso te la spiego io una bella cosa: siamo nel 2012 e l economia é una m…. per di piú molti di noi avranno un mutuo mega da pagare per avere la prima residenza della loro vita, il sogno della loro vita, ed al contrario di anni fa SPERIAMO che non succeda qualcosa di male (come il signor Macumba ci ha augurato) da non riuscirlo piú a pagare. Io mi chiedo…. fatti una bella domanda…perché tu puoi vivere in una casa e io no?!?! Ma scherziamo?!?! tu al nostro posto rinunceresti?!?!? ahhh SI giusto, bello parlare da anonimi e senza problemi di questo genere!
    Don Eraldo ai giovani della nostra etá ha fatto un gran poco (io vado a messa!) poche domeniche fa c era il cardinale che ci aveva cresimati e nessuno é voluto andare per come si sta comportando. il campanile che é ristrutturato é diventato solo uno ssquallido scontro di parti. Non c´era un posto piu idoneo?!?!? io non vado a messa in una chiesa imbrattata di striscioni o per sentire che siamo “caproni” io vado ovunque ci sia una persona che mi dia forza, fede ció che bisognerebbe cercare oggi! Non ho voglia di ascoltare le solite rindondanti accuse! Le faccia di casa in casa a chi non cé mai stato in chiesa ma si sposa comunque e fa battezzare i figli tanto perché la societá lo richiede…guarda mi fermo qui! Altro che 27 case…. cé di peggio a Limone fidati! Buona Serata

    Rispondi
  33. don Eraldo says:

    Signori ‘commentatori’ pare che la riflessione sollevata dal sottoscritto stia portando qualcuno fuori tema. Non si tratta di schierarsi con o contro una persona, ma di verificare se vale la pena o no costruire in quell’area quando in Paese ce ne sarebbero altre di aree in grado di garantire la propria abitazione al residente in Limone che ne ha realmente bisogno, evitando qualsiasi speculazione. Certo è che in qualche modo vi siete sentiti provocati. Mi è caro allora far riferimento al Vangelo citando quel versetto di Luca 12,49 dove si può leggere l’affermazione di Gesù: “son venuto a portare il fuoco sulla terra; e come vorrei che fosse già acceso”. Ringrazio chi di voi sta offrendo serietà nei propri commenti. Se si vuole mettere in croce qualcuno è buona cosa che sappiate che non sarà certo l’ultimo. Scribi e farisei esistono tuttora come pure Pilato e Giuda. ‘Nihil novi sub sole’. La logica cristiana porta al calvario.
    Forse non vi state domandando se al ‘don’ oltre alle case da costruire o no vicino alla chiesa di San Pietro interessi magari di più combattere il fariseismo di Limone? Si sta portando avanti l’interesse del Paese intero o solo gli interessi dei soliti e per di più ben pochi? Su alcune indicazioni c’è stata la corsa alla vendita ed agli acquisti dei terreni presso la chiesa. Alcune volte si fa il conto senza l’oste. Se non venisse approvato, da chi di dovere, il PGT qualcuno dovrà pure giustificare le promesse fatte; promesse sulle quali si è acquistato e venduto area verde forse ad un prezzo non corrispondente. Non saprei inoltre cosa rispondere a chi mi riferisce che si sta chiedendo l’IMU sui terreni in questione come se fossero area da costruire quando in realtà non sono ancora stati definiti tali.
    In chiesa si continua comunque a pregare per la comunità di Limone, a celebrare l’ Eucaristia e ad amministrare i Sacramenti. Con piacere ho visto alcuni di voi ‘commentatori in questo sito’ promettere impegno nell’educazione cristiana dei battezzandi. Quando alle 18,30 chiudo lo spazio dell’oratorio ci sono sempre ragazzi che vorrebbero rimanere ancora un pò.
    A quanti non vengono in chiesa ricordo “…non volevano più saperne di lui. Ma Gesù disse loro: ‘un profeta è disprezzato soprattutto nella sua patria…’ (Matteo 13,57).

    Rispondi
  34. don ERALDO SANTO SUBITO says:

    ECHECAZZO DICIAMOLO…. Per fortuna che a Limone è arrivato questo santo di UOMO!!!!!! MA il vaticano non ha detto a nessuno che avevano mandato il nuovo Gesù proprio a LIMONE a salvarci dalle disgrazie…… GRAZIE DI TUTTO E soprattutto di ESISTERE…. RIDICOLO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
    • A chi a lasciato il commento a nome “don Eraldo santo subito”… per quanto si possa condividere o meno la battuta, non abbassarti al loro livello… non ha senso scrivere in anonimato…

      Rispondi
  35. Pantera rosa says:

    Al nero lucertolino hanno pestato il codino; sulle sue rotanti due ruote scandisce l’attenti e l’uno due in attesa di portare il de papino 51% dell’ilma al 69%. Anche Luciano, come Josephe Daniela, si è stufato del fascismo imperante: raschiando il fondo si è trovato per la società sportiva uno dell’ambiente che ci riporta direttamente nel tema. L’area verde venduta da lui e dal vice sindaco è ben inserita nel piano di costruzione. Dante Risatti nipote del sindaco, ha comprato l’area da Ernesto. I non limonesi, suoceri di Dante, hanno comprato da Walter.Altri non limonesi hanno acqistato per costruire e c’è chi sta vendendo 1000 metri d’area verde per 300.000 euro. Le tre cerve nere parenti dell’assessore comunale vogliono costruire. Chi al Sogno costruisce senza tetto vuole tre case per i nipoti che già hanno case. Se questa non è speculazione! Dove sono finite le tangenti per l’acquisto del terreno per il parcheggio? Only nature se vuole essere sanata come la limonaia, l’astor, la gardenia e la romantica deve darsi da fare. Non è come Filppo che può aggiungere nuove unità non mobili che solo la forestale non vede. Max intanto spera solo di colorare con gli appalti che solo lui può scontare al 40%. Giuliana non ha ancora scontato l’abuso costruito sul demanio. Sper di rimanere im tema

    Rispondi
    • Mitici! Sembrate quasi poeti.. magari avete pure studiato.. questo commento, come le lettere che facevate uscire anni fa, sono la squallida brutta copia delle battute dei “sindaci di mezza quaresima”.. non ti sei mai chiesta perché gli han tolti?
      Meno male che che ci siete voi a Limone… fate benissimo a non firmarvi, come fareste altrimenti a girare tranquillamente per il paese con le cavolate che scrivete? Quanti sberleffi…

      Rispondi
  36. max says:

    Furioso sententia dici non potest .Stercorem pro cerebro habeas
    Pantera Rosa non meriti altra risposta. Sabato abbiamo assistito al funerale di un nostro compaesano che ci ha lasciati prematuramente, amico di tutti sempre con il sorriso sulle labbra. Magari tuo grande amico, non avete rispetto per nessuno…

    Rispondi
  37. Passavo di qua says:

    Una domanda viene spontantea. La popolazione residenziale è aumentata negli anni recenti? Sì, allora si costruisca. No? Allora vuol dire che si lascia spazio a seconde case, speculazioni immobiliari.

    Rispondi
  38. Giuliana M. says:

    No…..a prime case se aumenta la popolazione!!!:)))) buon 2013!!!!!! Ps. Speriamo in un anni dove ognuno faccia il suo lavoro, dove tutti siano iu buoni o meno invidiosi con gli altri….!!! È troppo chiedere tutto questo a tutto il mondo…cominciano qui, dal nostro bellissimo paesino!!!!

    Rispondi
  39. If you choose, you are able to choose one in the Las Vegas hotels because
    setting for the Las Vegas NV wedding party, reception and honeymoon.

    Mostly the of business surely could control various inventions and technologies.
    We’ll start our tour at Marina Grande about the north shore with the island, about
    one third from the way in from the easternmost point.

    Rispondi
  40. Milagro says:

    As such, it really should not be too difficult to pay some time constructing
    a database of tables similar to what is suggested at
    where they have provided a sample database spec for use in
    a accommodation reservation application. So far,
    reactions for the acquisition, as well as for the announcement with the new business model,
    are actually mixed, but only time will inform whether or not only a revamped version in the massively popular peer-to-peer website
    will likely be as successful as its predecessor.
    Typically, the My Documents folder could be the
    best you to definitely use.

    Rispondi

Trackbacks for this post

  1. Salviamo San Pietro in Oliveto, a Limone sul Garda! | Gruppo d'Intervento Giuridico onlus

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design