Anteprima Bardolino: domenica 11 marzo a Lazise si presenta l’annata 2011 del Bardolino e del Chiaretto

Domenica 11 marzo 2012, a Lazise, sulla sponda veneta del lago di Garda, viene presentata in anteprima l’annata 2011 del Bardolino e della sua versione rosata, il Chiaretto: un’occasione d’oro per incontrare i vini gardesani nel cuore della zona di produzione. Lo storico edificio della Dogana Veneta, sul porticciolo, ospita gli stand di circa sessanta produttori che propongono in libera degustazione, dalle 10 del mattino alle 18, circa 150 vini della vendemmia del 2011. Accanto al rosso Bardolino e al Chiaretto si potrà assaggiare il Chiaretto Spumante, che sta suscitando crescente interesse. Molti produttori offrono anche la possibilità di comparare la nuova annata con quella del 2010, portando a circa 200 i vini complessivamente in assaggio. Il tutto a ingresso libero.
“La vendemmia 2011 – dice il presidente del Consorzio di tutela del Bardolino, Giorgio Tommasi – è stata quantitativamente inferiore del 5-10% rispetto a quella dell’anno precedente, ma il livello di maturazione raggiunto dalle uve si è rivelato eccellente, ben al di sopra del 2010. È stata anche la prima vendemmia nella quale i produttori hanno potuto avvalersi del nuovo disciplinare, che consente a chi lo desideri di utilizzare nell’uvaggio la corvina veronese fino all’80% del totale, e questa ancora maggiore focalizzazione sulle uve tradizionali conferma la volontà della filiera del Bardolino di essere fedele alla propria identità, interpretata modernamente. È questo il segreto, se di segreto si può parlare, che ci ha permesso in questi ultimi tre anni di aumentare i prezzi delle uve e del vino all’ingrosso e di collocare sul mercato senza difficoltà tutta la nostra produzione”.
“Sotto il profilo meteo – aggiunge il responsabile dell’area tecnica del Consorzio del Bardolino, Andrea Vantini – l’annata 2011 possiamo definirla stravagante, con fasi calde e asciutte alternate con momenti freddi e piovosi. Lo scarso sviluppo di malattie ha permesso di disporre di un’uva sana e matura. Il Bardolino nella sua tradizionale versione in rosso ha un buon colore e una struttura piuttosto interessante. Bene anche il Chiaretto: i nostri produttori hanno ormai conseguito nel settore dei rosati un’esperienza tale da consentire loro di gestire al meglio anche le situazioni climatiche più diverse”.
Per quanto riguarda il mercato, anche nel 2011 le vendite sono andate decisamente bene: il Bardolino è intorno ai 21 milioni di bottiglie, il Chiaretto si attesta sui 10 milioni e mezzo. Il Chiaretto Spumante incomincia a consolidarsi: i produttori di questa tipologia sono diventati una trentina e, ancorché si tratti di un vino tuttora sperimentale, il trend di vendite segna un incremento del 46%.
Al banco d’assaggio di domenica 11 marzo (l’iniziativa è organizzata dal Consorzio di tutela del Bardolino e dal Comune di Lazise) saranno i produttori a servire e presentare al pubblico i loro vini, affiancati dai sommelier della delegazione Ais di Verona. Sul lungolago sarà aperto uno spazio food con piatti e prodotti tipici del territorio, a partire dal formaggio Monte Veronese, partner del Bardolino e del Chiaretto in numerose iniziative. Di scena anche il gelato al Chiaretto e al Monte Veronese. E poi risotto col tastasàl, gnocchi sbatùi con burro di montagna, bruschette all’olio, salumi della tradizione gardesana, tutti perfettamente abbinabili con il Bardolino e con il Chiaretto, vini che hanno tra le loro maggiori prerogative proprio l’adattabilità alla tavola. E in materia di abbinamenti, un severo test per il Chiaretto sarà quello cui verrò sottoposto dai giornalisti e dai blogger accreditati all’Anteprima: presso il ristorante del centro termale dell’Hotel Caesius di Cisano, il Chiaretto accompagnerà i piatti della cucina ayurvedica, come le polpettine di patate e cumino con mango chutney, la zuppetta di tarassaco con riso rosso, cocco e peperoncino o i cannelloni vegetariani su crema di carciofi e timo.
In contemporanea all’Anteprima, su iniziativa del Comune di Lazise, tre ristoranti di Lazise presentano dei menù a base di prodotti a denominazione comunale (de.co.) in abbinamento con il Bardolino e con il Chiaretto, mentre tre bar propongono il Chiaré, aperitivo a base di Chiaretto Spumante.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design