Desenzano, si chiude il 150° in concerto al Duomo

Foto di Claudio Pedrazzi da http://www.panoramio.com/photo/5114078

Sabato 17 si conclude ufficialmente l’anno delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia. A Desenzano, dopo essere stato aperto il 17 marzo dello scorso con un grande manifestazione in piazza Malvezzi, si chiuderà tre appuntamenti che culmineranno nel concerto di musica sacra della banda cittadina nel duomo.

Alle 10.30 al complesso monumentale di San Martino della Battaglia viene presentato il romanzo “L’anonimo lombardo e le cinque giornate di Milano” di Anna Maria Torellli Corrado: “l’anonimo lombardo” è il nome sotto cui si celava il patriota valtellinese conte Luigi Torelli, noto per aver issato il tricolore sul duomo di Milano nel 1848 e uno dei promotori della Società San Martino e Solferino nel 1869.

In seguito ci sarà la consegna da parte delle autorità cittadine di riconoscimenti alle associazioni d’arma, culturali e musicali che hanno contribuito in spirito di volontariato alla riuscita delle oltre 70 manifestazioni organizzate dal Comune. “La loro collaborazione – dice l’assessore alla cultura Emanuele Giustacchini – è fondamentale in un momento di difficoltà economica del Comune. Spero che alcuni eventi restiano appuntamenti fissi”. Un esempio è la rievocazione storica della battaglia del 24 giugno 1859 divenuta appuntamento di grande richiamo.

Alle 17 a Solferino si inaugurano i lavori di restauro delle Rocca nel suo 990° anniversario alla presenza dell’Unita tecnica di missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la stessa che seguì i lavori al Torre di San Martino.

Alle 21 infine nel Duomo di Desenzano il gran finale con concerto della banda cittadina, ingresso libero. In modo simbolico si uniscono i tre anniversario che hanno segnato il questo biennio: il 150° dell’Unità nazionale, il 400° della dedicazione del Duomo a Santa Maria Maddalena e il 50° della patrona della città Sant’Angela Merici. Saranno eseguiti brani di J.S. Bach, H. Purcell, W.A. Mozart, T. Doss e C. Nardis, oltre alla sorpresa dell’inno a Sant’Angela Merici composto dal desenzanese M° Ruggero Giusti.

One Comment

  1. Unless she’s getting the best promo links on discounts from Couponsbystore.
    Known nationwide for their rocking chairs, they expanded their facilities several times to keep
    up with demand, and since the 1990s have offered a
    full line of affordable handcrafted wooden furniture.
    It was Hashmat whose persistence and enterprise finally revived this long lost fabulous shawl making art and by the mid-1990s the
    Kani shawls started reappearing in the market.

    Rispondi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design