Giornata FAI di primavera: sul Garda siti aperti a Lonato, Sirmione e Toscolano il 24 e 25 marzo

grotte catullo, aerea

Sabato 24 e domenica 25 marzo avrà luogo XX Giornata FAI di Primavera, una grande festa popolare che dalla sua prima edizione del 1993 a oggi ha coinvolto oltre 6.500.000 di italiani con un grande spettacolo di arte e bellezza in siti normalmente non aperti al pubblico.

Nei 21 siti bresciani, 9 in città e 8 in provincia, sono opere dei Tagliaterri e il tema dell’edizione diventa “Antonio e Giovanni Tagliaferri, protagonisti dell’architettura bresciana tra Otto e Novecento” e parte da Lonato del Garda, dove curarano parecchi interventi. «Questo evento – anticipa il consigliere comunale con delega alla Cultura Valerio Silvestri – fornirà l’occasione per aprire al pubblico il centro storico. Grazie ai volontari e all’impegno della Fondazione Ugo Da Como, nella cittadina gardesana sia il 24 che il 25 marzo saranno aperti a ingresso gratuito per le Giornate Fai di primavera ben quattro luoghi, con la possibilità di godere di un panorama eccezionale». Saranno Visitabili la Casa del Podestà, Villa De Riva Sabelli (visita al cortiletto secondario), la Torre civica e la Sala consiliare in municipio, che ospiterà per l’occasione una mostra di otto disegni inediti e mai esposti prima, da poco rinvenuti e sottoposti a restauro conservativo. Opere di pregio artistico firmate da Antonio Tagliaferri, che a Lonato progettò alcuni dei principali monumenti pubblici. L’esposizione, come gli altri siti lonatesi, sarà visitabile sabato pomeriggio 24 marzo (ore 14.30-18.30) e domenica 25 marzo (ore 10-12.30 e 14.30-18.30).

A Sirmione domenica sarà aperto il parco di Villa Cortine in Via Grotte, 6 e negli stessi orari l’area archeologica delle Grotte di Catullo: la villa romana, il museo, il Viridarium, il “Grande uliveto” e il “Campo delle noci”. Le Grotte di Catullo sono la più vasta area archeologica dell’Italia settentrionale, un’area di oltre due ettari che, acquisita dallo Stato nel 1948, rappresenta un rarissimo esempio di tutela di un complesso immerso nel suo ambiente naturale, ma bisognoso di cure e di azioni di valorizzazione. Il FAI ha “puntato i riflettori” su questo sito, bisognoso di opere di pulitura e ripristino dei sentieri, perché possa essere vissuto e reso disponibile a un pubblico sempre più ampio, aprendosi alle visite e a eventi culturali, in grado di attivare nella comunità processi di conoscenza, riappropriazione, reinterpretazione del patrimonio.

A Fasano di Toscolano Maderno ci saranno visite guidate agli ambienti di rappresentanza della bella Villa Zanardelli con salito sino alla “Torretta belvedere”.
Per infomazioni: www.giornatafai.it

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design