La Destra, Fiamma Tricolore e Forza Nuova candidano Pietro Avanzi. Fumata nera PDL-UDC.

Desenzano, piazza Malvezzi: Palazzo del turismo, Giulio Todeschini

 

Pietro Avanzi, candidato sindaco per Desenano Tricolore

Tra le vie di Desenzano era ormai da giorni che si parlava di una lista che avrebbe raccolto quelle forze di destra più sociali e meno liberali de Pdl, quali La Destra, Fiamma Tricole e Forza Nuova. Ora la nascita della coalizione è ufficiale e si chiamerà “Desenzano Tricolare” che candida Pietro Avanzi, 38 anni il prossimo maggio.

Abbiamo sentito la necessità – dice – di presentare a Desenzano un movimento di destra compatto, che non c’è più dalla scomparsa di AN. Dopo 15 anni siamo rimasti senza partito, perché il Pdl è stato preso in mano più che altro da Forza Italia”.

La differenza spiegata dal candidato è che questa è una destra più sociale e meno liberale, ma a livello comunale questo cosa vuol dire? “In ambito comunale siamo contrari alla forte speculazione edilizia, puntiamo molto sul turismo e sul suo rilancio perché ci sono state poche manifestazioni, e c’è lo Sportello per le attività produttive da migliorare e da migliorare ci sono anche i tempi della burocrazia. Sul Pgt vedremo, ma siamo contro la speculazione e favorevoli all’edilizia economico-popolare”.

La sua lista ha già avviato la raccolta firme: “Ci sarà al 100% e sarà una lista mediamente giovane, la capolista è una ragazza di 22 anni, il secondo ne ha 60”. Ed è Orlando Farinelli, assessore all’urbanistica al primo mandato Anelli (1998-2002).

Avanzi, laureato in scienze politiche con un master in economia, abita a Desezano, per l’esattezza a Rivoltella con la moglie e i suoi due bambini, è un professionista del settore immobiliare attivo a Salò: “Ho un’agenzia a Salò, ma non ho mai operato a Desenzano e sono dell’intenzione che un imprenditore non debba operare dove fa politica e non lo farò”.

La presentazione ufficiale della lista e del programma sarà il 22 alle 17 a Palazzo Todeschini: “Si sta mettendo in moto – commenta – un certo interesse da parte degli ex di An e anche da ex di FI”.

Intanto ieri c’è stata un’altra fumata nera per l’accordo elettorale tra il PDLe l’UDC. Ormai sembrava cosa fatta la candidatura di Luigi Cavalieri segretario locale del partito di Casini, ma alcuni problemi sarebbero sorti proprio all’interno di questo compagine, dopo che alcuni nodi erano già stati sciolti nei giorni scorsi dai pidiellini. L’annuncio comunque potrebbe essere posticipato solo di alcuni giorni, anche perché, dopo i nomi degli attuali assessori Mauro Parolini all’economato e Tommaso Giardino all’urbanistica, pare ormai essere quello di Cavalieri il nome che guiderà l’attuale partito di maggioranza alle prossime elezioni.

Con l’UDC alleatasi al PDL si è frantumato il Terzo Polo, presentatosi in pompa magna in autunno. Quindi, API ha subito scelto di appoggiare Rosa Leso, sostenuta da una lista PD e da una lista civica, dove per l’appunto è inserito Stefano Bianchi. FLI invece dopo qualche giorni di indecisione ha deciso di proseguire da solo la corsa elettorale candidando un po’ a sorpresa la Senatrice Maria Ida Germontani, già in consiglio comunale a Desenzano.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design