Le colline moreniche salgono sul treno del Garda: tecnologia al servizio del (ciclo)turismo sull’asse Mantova-Brescia

Obiettivo: valorizzare con strategie e azioni comuni l’immenso patrimonio ambientale, culturale e ricettivo del Basso Garda e delle Colline Moreniche, nell’ottica di creare una delle aree di sviluppo turistico più importanti d’Europa, forti di un bacino d’utenza che già adesso supera i cinque milioni di presenze annue. Di questa grande alleanza tanto attesa si è parlato a Desenzano del Garda nei giorni scorsi dove si sono dati appuntamento i protagonisti del Gal Colline Moreniche e del Piano Integrato d’Area (PIA) “Il Garda Bresciano”, che hanno incontrato operatori turistici, albergatori e titolari di agriturismo per illustrare le ultime novità messe in campo per fare sistema.
“Sono appena rientrato da un incontro di lavoro a Monaco di Baviera – dichiara Sergio Parolini, Assessore al Bilancio e Patrimonio del Comune di Desenzano – dove ho partecipato alla fiera del tempo libero e viaggi F.RE.E. ed ho incontrato i vertici dell’ADAC, il potente Automobil Club tedesco. Il Presidente si è detto vivamente interessato allo sviluppo del turismo eco-sostenibile del Garda ed ha proposto una serie di iniziative per il territorio. In sinergia con l’assessore al Turismo, Sport e Attività Produttive Diego Beda si potranno concretizzare in un aumento dei flussi turistici verso il basso Garda.”
Il primo atto di questa collaborazione sull’asse Brescia-Mantova è all’insegna della tecnologia, grazie al sistema applicativo Il Garda bello e buono. Si tratta di una nuova “App” per tablet e smartphone dedicata soprattutto ai cicloturisti. Conterrà tutto quel che serve per pedalare in sicurezza e raggiungere migliaia di punti di interesse territoriali, grazie al sistema di informazioni presente e consultabile in diretta dal proprio telefonino: è pensata per essere il più importante punto di riferimento per scoprire le bellezze del paesaggio, i luoghi d’arte e l’accoglienza all’insegna dell’enogastronomia e dei prodotti tipici.
 Il PIA Garda Bresciano e il GAL Colline Moreniche del Garda sono progetti finanziati da Regione Lombardia, che ne sostiene l’attività con un investimento di 8,5 milioni di euro sui 20 milioni complessivi. Saranno protagonisti, assieme alla Provincia di Brescia e al Consorzio Turistico Riviera del Garda e Colline Moreniche, di tutte le azioni pensate con l’obiettivo di coinvolgere tutti i soggetti pubblici e privati, tra i quali le associazioni di categoria, per individuare e sviluppare un percorso di sviluppo complessivo del territorio gardesano di riferimento, quale ambito ideale per il ciclo-turismo e il turismo verde e culturale, sulla base di una strategia finalmente unica e condivisa.
L’assessore alla Semplificazione e Digitalizzazione della Regione Lombardia Carlo Maccari, la cui delega è anche attiva nel campo dei servizi pubblici in vista di Expo 2015, dichiara: “È il primo passo di un percorso che, dico finalmente, prescinde dal campanile per guardare all’esclusivo interesse di un territorio dalle potenzialità ancora vastissime. Significativo che per tenere a battesimo questo sodalizio ci si rivolga agli ultimi ritrovati della tecnologia: una scelta intelligente che ben si inserisce nel quadro dell’Agenda Digitale Lombarda, un ‘calendario di azioni’ con il compito di sfruttare al meglio il potenziale delle nuove tecnologie, in particolare di internet. Da mantovano non posso che guardare con grande apprezzamento al fatto che le Colline Moreniche siano riuscite finalmente a salire sul treno del Garda. I sei Comuni mantovani hanno oggi la grandissima occasione di viaggiare in prima classe su una delle più formidabili ‘frecce’ turistiche d’Europa. Una sfida che va sfruttata al massimo, anche nell’ottica dell’Expo del 2015, che non sarà l’Esposizione Universale di Milano ma di tutta la Lombardia”.

Durante l’incontro sono stati anche annunciati due prossimi appuntamenti dell’agenda di questa nuova collaborazione, di cui il progetto PIA è diretta espressione, oltre che prima occasione di confronto sul campo. Il 12 marzo alla sede della Provincia di Brescia si firma un Protocollo d’Intesa Quadro che sancirà l’accordo previsto: in quella data verranno individuati gli strumenti e le modalità di sviluppo territoriale che coinvolgeranno attivamente e nel concreto tutti gli enti coinvolti, cioè il Comune di Desenzano del Garda, la Provincia di Brescia, il Gruppo di Azione Locale “Colline Moreniche del Garda”, il Consorzio Turistico “Riviera del Garda e Colline Moreniche” e l’Unione dei Comuni della Valtenesi.
Ad aprile invece si prevede un incontro dedicato esclusivamente a giornalisti e operatori del settore attraverso modalità innovative di fruizione di tipo “educational”, in grado di approfondire il sistema da implementare e di declinare meglio le strategie dell’area e di consentirne una sperimentazione diretta tramite l’utilizzo degli applicativi software direttamente sui percorsi dedicati.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design