Terrific Party a Castiglione delle Stiviere, una festa tra dadaismo e futurismo.

Musica raffinata e assenzi di altissima qualità saranno l’emblema del “Terrific Party” che sabato 31 va in scena al Manhattan Bar di Via Gnutti 6 a Castiglione delle Stiviere, dove Antioche Tambre Tambre e Paolo Castaldi hanno organizzato una festa d’altri tempi, riprendendo la lezione di futuristi e dadaisti, i quali erano soliti organizzare eventi con performance artistiche surreali ad effetto.

Un misto tra idea concettuale e festa artistica, ecco di cosa si tratta spiegato dai due organizzatori:

Il TERRIFIC PARTY non è nient’altro che un nouvelle epoque party e cioè come concezione la versione moderna di un party belle epoque che andava tanto di moda verso fine ‘800. Attenzione però, noi prendiamo solo i riferimenti dell’epoca, rendendoli più attuali e adatti alla società in cui viviamo. Gli invitati dovranno venire abbigliati come più aggrada ai medesimi, purché si tratti di abbigliamento fantasioso, creativo, eccentrico e sorprendente. Non obbligheremo certamente la gente a vestirsi per forza, ma senza ombra di dubbio verranno lodati quelli che, coraggiosamente e con spirito creativo tenteranno di cucirsi addosso una opera d’arte ideata da loro stessi. Lo scopo è quello di trasformare le banali feste e party che si vedono oggi, in veri e propri eventi spettacolari, dove all’aspetto ludico e più godereccio e alla gratificazione dei sensi e del palato si uniscano fini artistici, situazioni spettacolari anche non volute, come in veri propri happening totali. In un certo senso mi unisco alle considerazioni che, l’amico critico d’arte Giorgio Fogazzi, fece a seguito della spiegazione che gli diedi sul TERRIFIC PARTY… e cioè che in un certo senso stiamo riprendendo la lezione dei futuristi e dei dadaisti, i quali erano soliti organizzare eventi di questo tipo, dove abbinavano le feste a delle vere e proprie performance artistiche ad effetto surreali e dell’assurdo. Noi vorremmo avvicinarci in effetti a quanto dice Fogazzi e a quanto fecero in passato i dadaisti, aggiungendovi però nuova linfa, idee fresche e dirette, messaggi e canali di comunicazione più immediati e semplici che arrivino prima alla gente. Alla base di tutto sta il fatto che vogliamo far uscire il mezzo arte e il veicolo attraverso il quale viene proposta, da quella aura snobistica e aristocratica, di cui gode fama e, non solo per colpa dell’immaginario e dei luoghi comuni, che le persone hanno nei confronti della medesima.
Essi infatti, le persone dico, spesso e volentieri hanno ragione! L’arte viene proposta il più delle volte male in qualunque evento e in qualunque luogo esso sia. Oggi è spesso noiosa, mediocre, non diverte e non rende partecipe il pubblico che vorrebbe goderne i frutti.
Noi cosa vogliamo fare? Niente di difficile… solo semplicemente rendere spettacolare, estrema, provocatoria, liberatoria e trasgressiva la cosiddetta “arte” inserendola in maniera spiazzante anche negli usi comuni e nelle tradizioni del nostro “essere moderni”.

Ma bando alle ciance… come si svolgerà il TERRIFIC PARTY?

Eccoti servito:

Ore 19,00: aperitivo di benvenuto per gli ospiti in cui si serviranno degli aperitivi spiritosi alcolici e analcolici e degli stuzzichini gustosi e sfiziosi. A condire l’aperitivo avremo della musica acustica live o in filodiffusione selezionata in maniera raffinata ed elegante dagli organizzatori.

E fin qui sembrerebbe nulla di speciale… poi però…

dalle ore 21,00: il buffet e’ servito!
L’occasione sarà più unica che rara per il pubblico presente, il quale potrà avere la fortuna solo per questa serata e magari solo per un’unica volta nella sua vita, di poter degustare una altissima gamma di assenzi, ordinati appositamente da noi all’estero (in Italia non si trovano), unendola ad un buffet ricco e gustoso. Non solo…l’idea veramente diversa della festa è quella di coinvolgere il pubblico, mentre degusta e si ciba, in un vortice vertiginoso, di performance artistiche, colpi di scena, interventi a sorpresa imprevisti e nemmeno preparati dagli organizzatori e dagli artisti stessi. Il fine è che attraverso l’improvvisazione si possa finalmente mescolare in un’unica pozione magica, lo spettatore all’artista, sperando che il risultato che otterremo sarà qualcosa di artistico e non solo. Il vero obbiettivo nostro è infatti quello di cancellare il gap e la distanza con il pubblico, che l’artista origina spesso anche involontariamente durante le performance. Questa distanza noi vogliamo drasticamente ridurla a tutti i costi!!! Spero di riuscirci con questi interventi creativi che io amerei definire delle vere e proprie toccate e fuga (di massimo 5 minuti) degli artisti.

dalle ore 00,00 (più o meno) in poi: su espressa richiesta del gestore e per ovvi motivi di ordine pubblico verranno interrotte le performance e gli apporti artistici. Verrà ancora messa in filodiffusione la musica abilmente selezionata dagli organizzatori fino a chiusura evento….chiusura evento che ovviamente non ha un limite orario.

ARTISTI CHE ABBIAMO CONTATTATO PER L’EVENTO
Attenzione Alessandro in questo elenco che ti faccio non abbiamo nessuna conferma definitiva. Il bello della cosa è che magari artisti che non avremo chiamato verranno per il sentito dire e magari quelli invitati non verranno perché invitati J lo so è un po’ assurdo da spiegare J ti posso solo dire che qui al TERRIFIC PARTY sarà davvero tutto a sorpresa.

ARTISTI E GRUPPI

Quintetto Zizkov (gruppo musicale) da Mantova e Brescia
Roggia de Mussa Pin-a (gruppo musicale) da varie zone
Luciano Poli (musicista) da Brescia
Vladimiro Leoni & friends (gruppo musicale) da Brescia
Roger Rossini (cantautore glam) da Brescia
Omid Maleknia e la sua band (cabarettista e cantautore spiritoso) da Alessandria e non d’Egitto
Domenico Novali (musicista) da Brescia
Pornosuore metal (comparse sceniche) da Mantova
Frati lamierati (comparse sceniche) da Verona
Movimento dal Sottosuolo (poeti e teatranti) da Mantova e Brescia
Il gruppo medolese (comparse sceniche) da Brescia e Mantova
Ordallegri (saltimbanchi circensi, giocolieri e teatranti) da Mantova
El pustì (comparsa scenica) da Mantova
Maurizio Crocco (visual art performer) da Isernia

 

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design