Anniversari

Gli anniversari sono croce e delizia non solo della vita familiare di ognuno, ma anche della pubblicistica e delle istituzioni pubbliche. Alcuni inevitabilmente finiscono per essere celebrati, per altri si fa finta di non essersi ricordati. Nel corrente anno 2012 quanti avranno l’onore di un cenno e quanti invece saranno gettati nel cestino della carta straccia?!

L’anniversario più blasonato per quest’anno è certo quello dei 990 anni della Rocca di Solferino, eretta nell’anno 1022 e per la prima volta restaurata nel 1611 da Cristierno Gonzaga, fratello di San Luigi. Un nuovo restauro è stato ora realizzato: l’inaugurazione e la riapertura son state festeggiate lo scorso 17 marzo in concomitanza della chiusura del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Dopo questa commemorazione quasi millenaria, sembrano poca cosa gli anniversari centenari, dei quali il primo che viene in mente è il bicentenario tondo tondo del Collegio-Convitto di Desenzano, fondato nel 1812. Non si può però dimenticare il pubblico Ginnasio di Desenzano, che quest’anno festeggerà i suoi 220 anni (11 novembre 1792 – 11 novembre 2012). E non è finita per le scuole di Desenzano, che avranno pure l’occasione di ricordare i 60 anni dell’Istituto Tecnico Luigi Bazoli, fondato nel 1952, e corre voce che quest’ultima scuola sarà onorata più e meglio degli altri Istituti scolastici sopra ricordati.

E’ sicuramente prevedibile una grande attenzione da parte della Chiesa e del Comune per i 50 anni della proclamazione di Sant’Angela Merici come patrona della città di Desenzano (29 gennaio 1962 – 29 gennaio 2012). Anche il monumento, eretto in onore della Santa in piazza Malvezzi nel 1772, compie 240 anni.

Se poi usciamo dall’ambito locale e gettiamo uno sguardo al Paese Italia, non potremo trascurare due anniversari che riguardano due Padri della Patria come Mazzini e Garibaldi. Di Mazzini si ricorda il 140° della morte avvenuta a Pisa il 10 marzo del 1872. L’assoluto silenzio in cui finora si è tenuto l’evento sembra suggerirci che dei padri della Patria non si vuole turbare il riposo! Il 2 giugno ricorrerà il 130° anniversario della morte di Garibaldi avvenuta a Caprera nel 1882. Vedremo se l’eroe dei due mondi, che ha liberato mezza Italia, verrà onorato o se invece un rispettoso silenzio calerà sulle sue ceneri.

Edoardo Campostrini

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design