A Puegnago in dieci mesi la raccolta differenziata cresce dal 33 al 60%.

puegnago

C’è stata una piacevole inversione di tendenza nel comune di Puegnago del Garda che, attraverso il modello della raccolta porta a porta è passato dal 33% al 60% di raccolta differenziata nel periodo di dieci mesi.

Come annunciato in campagna elettorale, ho impegnato tempo e tanta dedizione per raggiungere questo risultato davvero importante attraverso la sensibilizzazione dei cittadini sui temi riguardanti l’ecosostenibiltà, il riciclo e la raccolta differenziata.

Come si può  verificare, la raccolta dei rifiuti riciclabili è salita in maniera significativa (plastica +161%, carta+52%, vetro+25%, indifferenziata-66%) da quando l’Amministrazione Comunale ha deciso di iniziare la raccolta con il porta a porta togliendo i cassonetti stradali e assegnando a titolo gratuito a ogni famiglia un kit iniziale composto da: un contenitore per il vetro e lattine, due contenitori e dei sacchetti compostabili per la raccolta dell’umido (rifiuti biodegradabili come pane raffermo, pesce, scarti di frutta ortaggi e scarti di cibo), un rotolo di sacchi trasparenti per la raccolta della plastica e lasciando la semplice esposizione davanti a casa della carta. Un protocollo simile di assegnazione e di consegna gratuita è stato attuato per tutte le aziende commerciali attive sul territorio comunale.

Come era auspicabile, i cittadini di Puegnago del Garda hanno partecipato alle serate informative e aderito con entusiasmo all’iniziativa dell’Amministrazione. L’impegno profuso è stato riscontrato fin dai primi dati raccolti dalla ditta che effettua, per conto del Comune, il servizio. E’ doveroso riconoscere che il modello porta a porta ha funzionato grazie soprattutto alla buona volontà e all’impegno dei residenti che intendo pubblicamente ringraziare.

Più operoso è stato convincere le persone che da noi vengono solo nei fine settimana estivi oppure a luglio e agosto e renderli consapevoli delle nuove regole in materia di raccolta differenziata.

Attraverso l’introduzione di questo nuovo sistema di raccolta, siamo riusciti a controllare tutte le utenze della tassa rifiuti e abbiamo verificato anche alcuni casi di evasori che non risultavano iscritti al pagamento della tassa. Nell’anno in corso, abbiamo comunque mantenuto invariate le tariffe dagli anni precedenti.

Nell’insieme del progetto, si è aggiunta anche la volontà dell’Amministrazione di utilizzare, nell’ambito delle manifestazioni pubbliche importanti come la Puegnago-Fiera, stoviglie biodegradabili e compostabili per evitare l’utilizzo della plastica che, come sappiamo, è sinonimo di spreco e inquinamento.

Un’altra iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con, il gruppo cacciatori di Puegnago, con l’obiettivo di eliminare i bossoli sul territorio, che sono fonte di inquinamento, attraverso l’utilizzo dei cestini raccoglitori dislocati sul territorio.

La strada intrapresa dall’Amministrazione di Puegnago del Garda rende molto più vicino il raggiungimento imposto dalla legge del 65% di raccolta differenziata.

Confidiamo sempre nel senso civico delle persone che hanno a cuore il rispetto dell’ambiente e rinnoviamo a tutti i cittadini un ringraziamento per gli ottimi risultati ottenuti.

 Valeria Novelli, assessore alla sicurezza e all’ecologia del Comune di Puegnago del Garda

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design