Desenzano: il nuovo sindaco è Rosa Leso. Al ballottaggio ottiene il 51,41%, Scamperle si ferma al 48,59%.

Festeggiamenti 4

Non appena il risultato finale è stato certo, per il centro storico hanno iniziato a sventolare bandiere del Partito Democratico e della civica Aria Nuova con un nutrito gruppo di sostenitori che inneggiava il nome della nuovo sindaco: Rosa Leso. Il primo sindaco donna della città.
A Renzo Scamperle non sono bastati gli appelli a suo sostegno delle segreterie provinciali di Pdl e Lega Nord. Già sostenuto da Desenzano Civica e Comune Amico, dopo l’apparentamento con la civica Progetto Desenzano dell’ex segretario comunale Esterino Caleffi, il “sindaco della civicità” ha perso il ballottaggio. Il tutto si è giocato in una manciata di voti: l’astensionismo è stato altissimo e alle urne si è recato il 50,81%. Lei con 5.367 voti ha raccolto il 51,41%, lui ne ha presi 5.072, il 48,59%.
“Ringrazio chi mi ha votato il 6 e 7 maggio e chi ha confermato la sua scelta il 20 e 21 – ha detto Rosa Leso a sezioni scrutinate – e ringrazio chi per la prima volta mi ha votato con la voglia di un cambiamento, di voltare pagina. Lavoreremo per una Desenzano migliore che passa attraverso la valorizzazione delle persone, della gente, delle sue ricchezze ambientali e storiche. Desenzano ha voluto cambiare e sento l’onore e il dovere di restituire questa fiducia”.

“La bassa affluenza – ha aggiunto – ci deve far riflettere. Dobbiamo ricostruire i rapporti tra amministrazione e cittadini. Vorrei riuscire a far tornare al voto tra cinque anni quelle persone che si sono disinnamorate della propria città. Desenzano ha tutte le capacità per essere una grande città con un grande futuro”.
Tra la festa tinta di rosa – il colore della campagna comunicativa della vincitrice delle primarie del PD – Scamperle non ha esitato a stringere all’“avversaria” e a congratularsi. “Abbiamo fatto un nostro progetto – ha detto – e lo abbiamo fatto con la gente. Siamo veramente soddisfatti dei risultati raggiunti. Abbiamo perso con un partito super organizzato e siamo orgogliosissimi di quello che abbiamo costruito, ma anche noi abbiamo pagato la scarsa affluenza degli elettori”.
Auguro alla nuova amministrazione di poter lavorare al meglio e costruire quel futuro che la città si merita. Non resta che aspettare e vedere quel che sarà: Rosa, buon lavoro. EG

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design