Dopo 50 ore di consiglio comunale e mille polemiche, è stato approvato il Piano di Governo del Territorio di Desenzano.

20120501_180618

Ci sono volute 50 ore di consiglio comunale, compresa tutta la notte tra il 30 aprile e il 1 maggio, ma ieri nel tardo pomeriggio a Palazzo Bagatta è stato approvato il Piano di Governo del Territorio di Desenzano del Garda. La maggioranza ha votato compatta: 11 sì. I no sono stati 9 (centrosinistra e Lega), ovvero 10 ma Paolo Barziza (indipendente, ex Pdl) è finito in ospedale per un malore proprio in sala consiliare il giorno prima.

Le polemiche sono state tante. Ne citiamo solo due, senza entrare nel merito di cubature, aree e quant’altro di cui abbiamo comunque scritto in passato e di cui parleremo in futuro. Rosa Leso (PD) ha detto: “Questo PGT parla di ambiente come di un protagonista, ma non fa altro che mortificare l’ambiente”. Poi c’è la questione del voto a pochissimi giorni dalle elezioni amministrative (6 e 7 maggio), senza dimenticare il polverono sollevato dalla Sen. Maria Ida Germontani.

«Personalmente – commenta Esterino Caleffi ex segretario comunale di Desenzano e oggi candidato sindaco per Progetto Desenzano -, auspico  che il consiglio comunale, nel prossimo mandato amministrativo, possa occuparsi esclusivamente dei tanti problemi di Desenzano, senza doversi districare in pastoie burocratiche come l’ultima a cui abbiamo assistito a proposito del Pgt. Oltre tutto, a fine mandato, ci si dovrebbe occupare solo di ordinaria amministrazione e questa non è da considerarsi tale. Mi auguro inoltre che la giunta comunale, nel prossimo mandato amministrativo, possa contare anche su assessori di alta levatura tecnica, per fronteggiare meglio la difficile situazione nella quale versano gli enti locali, che hanno bisogno di esperti competenti in ogni area di lavoro».

In un primo tempo l’approvazione definitiva era saltata, perché venerdì 27 era mancato il numero legale, con i futuri votanti no fuoriusciti dall’aula e con 2 consiglieri da surrogare (Enrico Frosi e Maria Papa, dimessisi l’uno per conflitto d’interessi e una per “vacanze”). Allora le corse per riconvocare il consiglio, le polemiche, con parole di fuoco in aula tra Fiorenzo Pienazza e Marida Bendetti. Alla fine la maggioranza ha vinto sui numeri e portato a casa un PGT tanto voluto, ma arrivato con grandissimi ritardi.

Ecco le parole a nome della maggioranza del capogruppo Pdl consigliere dott. Sergio Carretta:

Abbiamo chiuso il nostro mandato con l’approvazione in un Consiglio Comunale straordinario e con tempi record, più di 24 ore di lavoro consecutivo, di un fondamentale strumento di governo per la nostra città. Il PGT da noi approvato garantisce sviluppo, nel totale rispetto del nostro territorio e della nostra vocazione turistica. E’ il frutto di una lunga ed anche difficile mediazione tra i vari attori che operano nella nostra città. Ci riteniamo soddisfatti, insieme al Sindaco Felice Anelli, all’Assessore Tommaso Giardino, alla Giunta ed alla maggioranza consigliare, dell’ottimo lavoro svolto e dell’unione dimostrata in sede di approvazione.

Piu’ di un attore esterno ha tentato, anche con mezzi discutibili, di inficiare il nostro lavoro. Avremmo potuto utilizzare questo tempo per dedicarci alla corsa elettorale. Invece, con umiltà e responsabilità , abbiamo preferito dare a tutti i desenzanesi la risposta che si aspettavano da noi per il loro futuro. L’approvazione di questo pgt mette a disposizione della cittadinanza un fondamentale e prezioso strumento regolatore urbanistico per lo sviluppo del territorio.

Siamo orgogliosi del lavoro svolto in commissione ed in consiglio. Siamo orgogliosi del risultato raggiunto. Siamo onorati di servire questa città.

Consiglieri di maggioranza che hanno approvato pgt: Carretta (capogruppo pdl), Merici, Malinverni, Benedetti, D’Arconte, Maiolo, Piona, Mesar(capogruppo lista Anelli), De Gasperini (capogruppo lista coraggio per cambiare), Bernardini (capogruppo misto) oltre al Sig. Sindaco Felice Anelli.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design