Le risposte di Luigi Cavalieri (PDL e UDC) alle nostre domande

CAVALIERI Luigi

Le risposte del candidato sindaco Luigi Cavalieri (PDL e UDC) alle nostre domande

1- Le volumetrie del PGT dell’Amministrazione Anelli riprendono in parte quanto previsto dall’Amministrazione Pienazza, che già aveva nel precedente PRG previsto un incremento, rispetto al precedente strumento urbanistico, di circa 450.000 mc. Di tale volume resta attualmente non ancora utilizzati circa 150.000 mc. L’ Amministrazione Anelli ha introdotto, con il nuovo strumento urbanistico, un volume inferiore, pari a circa 190.000 mc. Prevedere nel PGT un incremento di volumetrie non significa necessariamente realizzare un immediato consumo del territorio: ha una previsione temporale di 10 anni e lo sviluppo urbanistico sarà con un massimo del 20% ogni due anni. Si dovranno valutare le nuove direttrici dello sviluppo urbanistico, perché non vadano a congestionare zone già fortemente urbanizzate. Sarà posta particolare attenzione anche alla compatibilità ambientale per non compromettere la vivibilità che ha sempre contraddistinto Desenzano.

2- L’economia desenzanese deve la sua fortuna al turismo, che per anni è stato la vera forza trainante ed il volano di tutte le attività produttive. Il lago rappresenta la vera attrazione turistica per Desenzano e il progetto di riqualificazione del lungolago Cesare Battisti e della relativa passeggiata è senz’altro da mettere in agenda fra le opere da realizzare. Da troppo tempo Desenzano non realizza opere pubbliche che migliorano la qualità dell’offerta turistica e tale intervento sicuramente sarà di forte richiamo. Reperire oggi le risorse necessarie non era facile senza dover pagare qualche “prezzo”. A mio avviso l’intervento è necessario anche se mi rendo conto che il progetto ha suscitato qualche polemica.

3- Parlare di grandi opere significa anche prevedere le risorse per poterle realizzare. E senza dubbio si deve pensare ad una sinergia tra pubblico e privato laddove possibile. Penso, in particolare, alla costruzione di un Centro Congressi polifunzionale, che vedrei bene collocato in un’area tra Desenzano e Sirmione così da poter essere fruito da entrambi i Comuni. Va completato il recupero del Castello, dove si può ricavare una sala polivalente a condizione che contestualmente si realizzi un sufficiente numero di parcheggi. Se ne dovranno realizzare di interrati al Vallone ed alla Maratona, se si interverrà – come vorrei – per realizzare un centro termale. Anche piazza Garibaldi va riqualificata, così come piazza Cappelletti, perché possano rappresentare una alternativa per le manifestazioni a piazza Malvezzi, destinata a rimanere, sempre e comunque, il “cuore” di Desenzano.

4- Lo slogan della mia campagna elettorale “Desenzano VIVA tutte le stagioni” non lascia adito a dubbi. Si tratta di lavorare per rilanciare Desenzano soprattutto nella bassa stagione. Serve innanzitutto uno studio di marketing turistico e proporrei alcuni interventi da realizzare in tempi rapidi: in particolare una buona programmazione degli eventi, basata su spettacoli di buona qualità e soprattutto con la partecipazione di televisioni e radio, con lo scopo da promuovere la città in tutta Italia. Tengo a precisare, poi, che il Garda dovrà, comunque, essere pubblicizzato come un “unicum”, insistendo su Lombardia, Veneto e Trentino, di cui Desenzano rappresenta il baricentro per la sua felice ubicazione. Vanno anche valorizzate le emergenze storiche e culturali quali la Torre di San Martino con l’annesso Parco della Battaglia, la Villa Romana, il Lavagnone, la Galleria Civica. Ma anche eventi sportivi, valorizzando chi già oggi è ambasciatore di Desenzano come la Fraglia Vela.

5- Il monte Corno col suo Parco va assolutamente riscoperto. Credo che debba essere proprio questa l’occasione per renderlo non solo più fruibile per sana passeggiata nel verde, ma anche per introdurre quei concetti di rispetto e di senso civico verso la natura spesso dimenticati. A questo scopo va ricercata la collaborazione di quelle Associazioni, che hanno nella loro mission proprio questo obiettivo. Ed a Desenzano non mancano.

6- Con la riduzione dei fondi Desenzano dovrà sempre di più fare affidamento esclusivo sulle proprie forze. E mi pare che l’Assessorato ai Servizi Sociali in questa legislatura abbia sempre cercato di rispondere alle attese di quanti hanno bisogno. Il ruolo della Famiglia e quel che essa rappresenta si sono accentuati, e, pertanto, si dovrà tenerne conto in tutte le attività della futura Amministrazione Comunale. Ho intenzione, quindi, di proporre l’istituzione di un Garante per la Famiglia e di un Forum delle Associazioni familiari.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design