San Felice del Benaco, nuove opere pubbliche: lavori al torrente Michelino e per la nuova rotonda in località Santigaro

san felice

Nell’ambito di una politica complessiva di attenzione alla conservazione in efficienza e manutenzione dei reticoli idrici minori, che prende valore ancor più in questi periodi di pioggia insistente, l’amministrazione di San Felice ha in corso dei lavori all’estrema propaggine occidentale del Comune, al confine con Salò, in corrispondenza del torrente Michelino.  In esecuzione di un complesso progetto geologico – ingegneristico, il Comune rivierasco per mezzo di una azienda specializzata in lavori in fune sta provvedendo a delicati lavori di messa in sicurezza del torrente Michelino, intervenendo su area demaniale con l’obiettivo di mitigare il rischio di trasporto solido a valle di massa e sassi ovvero prevenire eventuali colate detritiche torrentizie.

Gli interventi in corso, per un impegno di circa 40.000 euro complessivi “prevedono – dice il sindaco Paolo Rosa – la realizzazione di tiranti di ancoraggio che saranno fissati con perforazione agli argini del torrente con iniezione di miscela cemento-acqua e la successiva installazione di una barriera Debris Flow”: si tratta di una complessa rete-maglia in acciaio di protezione al fine anche della messa in sicurezza del tratto di strada costiera sottostante (via Delle Magnolie) che corre parallela al Golfo di Salò e ogni anno percorsa da migliaia di auto.

Sono in corso, anche i lavori per la realizzazione della nuova rotatoria in via Zublino località Santigaro all’ingresso del paese con lo scopo di migliorare l’aspetto sicurezza della trafficata viabilità principale e rendere più agevole e sicuro l’ingresso alla zona artigianale dove sono insediate numerose aziende. Tali lavori (per un impegno complessivo di circa 100.000 euro) prevedono oltre alla rotatoria anche la realizzazione di un percorso ambientale a margine della via principale che a breve si estenderà per alcuni metri in prospettiva di collegarsi con il percorso ciclopedonale di Cima Zette in Comune di Salò, dove recentemente l’Anas ha completato le nuove maxi rotatorie con il nuovo imbocco di congiungimento ciclo pedonale provinciale per chi proviene da San Felice.

One Comment

  1. Simone Zuin scrive:

    Bha per la rotonda mi sembra strano che il comune ora paghi 100 mila euro visto che doveva essere costruita da un privato in cambio dell’edificabilità concessa nell’area artigianale.

    Dimenticavo….anche quest’opera non è opera di Rosa Paolo, ma della precedente amministrazione.

    Rispondi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design