Vanno a ballottaggio Rosa Leso (28,45%) e Renzo Scamperle (18,12%): a Desenzano crolla il Pdl ed esplodono i grillini.

20120507_205917

Luisa Sabbadini (Movimento 5 stelle) 10,33%

Esterino Caleffi (Progetto Desenzano) 4,98%

Maria Ida Germontani (Desenzano che Passione) 2,64

Renzo Scamperle (Desenzano Civica e Comune Amico) 18,12

Pietro Avanzi (Desenzano Tricolore)  3,12

Annamaria Damiano (Sel, Idv e Desenzano in Movimento) 6,91

Rosa Leso (PD e Aria nuova per Desenzano) 28,45

Luigi Cavallieri (Pdl e Udc) 17,04%

Rino Polloni (Lega Nord) 8,42%

Aventi diritto: 21049

VOTANTI: 13454 (63.92 %)
VOTI VALIDI 12917 (96.01 %)
VOTI CONTESTATI 0
VOTI NON VALIDI TOTALE 537 (3.99 %)
SCHEDE BIANCHE 155 (1.15 %)
SCHEDE NULLE 375 (2.79 %)
VOTI NULLI 7 (0.05 %)

Quando dai seggi sono stati comunicate alcune indiscrezioni sui risultati elettorali, a Palazzo Todeschini Renzo Scamperle (Desenzano Civica e Comune Amico) è stato accolto da un applauso, proprio mentre una folla in arrivo inneggiava al nome di Rosa Leso (PD e Aria Nuova per Desenzano) che fin dalle prime proiezioni era in ampio vantaggio. Mancavano ancora alcune sezioni da scrutinare, ma fine conteggio è stato ufficializzato: loro sono i due candidati sindaco che il 20 e 21 al ballottaggio si contenderanno Palazzo Bagatta.

Ecco i commenti a caldo di alcuni dei protagonisti di questa giornata, incontrati durante lo spoglio tra le sedi elettorali, Sala Peler e le vie del centro storico di Desenzano, dove sono affluiti dalle 15 numerosi sostenitori per iniziare a fare fin dal primo pomeriggio previsioni e prospettive sul la composizione del futuro consiglio comunale.

 “È un risultato – ha commentato Leso – che ci aspettavamo, un successo che era percepito andando in giro, ma non avevamo mai avuto finora la certezza. Con questo voto io leggo un voto alle persone, a quanto abbiamo fatto in consiglio comunale, a quanto costruito in 5 anni di opposizione e agli ultimi 2 anni di persone sul territorio. Le scelte dell’amministrazione hanno fatto distaccare la gente dal Pdl: sono stati 5 anni miopi, inconcludenti, rissosi, legati a beghe interne senza una prospettiva futura. Anche l’approvazione all’ultimo del Pgt è stato un tassellino a nostro favore. Ci hanno votato scegliendo le persone”. Le sinistre ora si aggregheranno per il ballotaggio? “Ci penseremo, ora pensiamo ad altro, lasciatemi godere questo momento, domani a bocce ferme ci ragioneremo”.

Oltre all’astensionismo, va registrata anche una bella batosta per i partiti di centrodestra. Nel 2007 infatti Forza Italia prese il 26,91%, quest’anno il Pdl con l’Udc ha preso dieci punti percentuale in meno. “L’elettorato di centrodestra – ha commentato Gianmarco Quadrini, coordinatore regionale Udc – sostanzialmente a Desenzano c’è. Probabilmente la popolazione non ha capito che dividendosi si fa il gioco della sinistra. È finita un’epoca”. “Ringrazio innanzitutto – ha detto Luigi Cavalieri – i cittadini che mi hanno votato”, per un pugno di voti non è andato lui al ballottaggio e il voto disgiunto di molti elettori non lo ha aiutato.

Ridimensionato anche il Carroccio. “È il risultato – ha detto il candidato sindaco Rino Polloni – del martellamento di tv e giornali su certi avvenimenti. Sky ha martellato con un canale dedicato alle inchieste sulla Lega”.

A trarne vantaggio è stato Scamperle, che, strappando voti al centrodestra partitico, ha per esempio fatto man bassa nella frazione di Rivoltella. “Sono veramente soddisfatto – ha commentato – ma deve essere soddisfatta la gente. Ci impegneremo per portare avanti comunque i nostri progetti. Abbiamo avuto sempre il conforto della gente che deve essere contenta”. E al ballottaggio? “Partiamo dai nostri programmi e vediamo per capire come portarlo avanti”.

 A Desenzano come nel resto d’Italia è stato un successo per il Movimento 5 Stelle: “Non mi aspettavo un così ampio successo. Speravamo nel consigliere e ce la facciamo”. Ridimensionata anche la sinistra di Annamaria Damiano, mentre hanno raccolto pochi voti Germontani, Avanzi e Caleffi.

I risultati in dettaglio sul sito del Comune

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design