Desenzano, il primo passo della nuova giunta è rivedere il PGT e giovedì 28 il sindaco comunica le linee programmatiche.

Giuramento2

Passata la campagna elettorale e vinte le elezioni, la nuova giunta di Desenzano del Garda ha iniziato subito a far sul serio: senza dimenticare l’assessore ai servizi sociali in Piazza a Milano il 13 giugno per protestare contro i tagli, i primi atti formali della nuova amministrazione sono stati sul fronte urbanistico.

Il primo passo del sindaco Rosa Leso è stato comunque nominare subito la squadra: Rodolfo Bertoni (vicesindaco e assessore per opere e lavori pubblici, patrimonio, servizi tecnici generali), Maurizio Maffi (ambiente, ecoogia, porti e spiagge, innovazione tecnologica), Antonella Soccini (politiche sociali, educative, culturali), Valentino Righetti (bilancio, turismo, attività produttive) e Maurizio Tira (urbanistica).

Il loro compito sarà arduo. Far quadrare il bilancio, gestire i servizi sociali in tempi di tagli, rilanciare la programmazione cultura di un che ambisce a essere quasi una città, tutelare l’ambiente e magari pensare al Monte Corno e al Monte Croce, sistemare le spiagge e (perché no?) ampliarle, rivolgere uno sguardo anche all’Idroscalo sempre meno usato dall’Esercito. Poi ci sono i lavori pubblici e l’urbanistica: in particolare rivedere un contestato progetto del lungolago e il Piano di Governo del Territorio, approvato a cinque giorni dal voto amministrativo.

Un primo partita si giocherà con i Piani Integrati Tassere e Grezze: il primo prevede il contestato progetto sul Lungolago Cesare Battisti, il secondo una scuola contestata per la sua posizione, per un totale di circa 500 appartamenti. Poi c’è il PGT. Impossibile da revocare, la giunta ha avviato la procedura di revisione: se non può essere cestinato per tempi tecnici, l’obiettivo è comunque di cambiare il più importante atto della passata amministrazione per restringerne le previsioni edilizie.

Le aspettative sono tante, su tutti i fronti. E giovedì 28 si torna in aula: a Palazzo Bagatta alle 20.30 è convocato il consiglio comunale e all’ordine del giorno, in particolare, c’è la comunicazione da parte del sindaco delle linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato. EG

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design