“Ionesco segreto” alla Fondazione Cominelli: l’opera pittorica di uno dei più grandi intelletturali del 900 in mostra a San Felice del Benaco.

Eugene-Ionesco-F5A

L’esposizione metterà il luce l’opera pittorica di uno degli intellettuali più importanti del Novecento, scrittore, drammaturgo, pittore, straordinario interprete dei drammi e della grandezze dell’uomo nel Secolo Breve. Eugène Ionesco (1909-1994), è considerato una delle personalità più influenti nel panorama culturale europeo, celebrato drammaturgo e scrittore  la sua opera fu rivoluzionaria e rappresentò le contraddizioni e i paradossi dell’uomo contemporaneo.

La Fondazione Cominelli  rende omaggio al maestro francese con  la mostra Ionesco Segreto curata da Rosanna Padrini Dolcini e da Federico Sardella. Saranno esposte 14 opere, tra gouaches e disegni degli anni 80, e il libro d’artista TITRES ET SOUS TITRES, contenente 12 pochoirs realizzati da dodici tempere originali eseguite apposta per questa opera, ognuna delle quali accompagnata da un testo manoscritto e inedito.

La mostra si focalizza su  un momento cruciale della sua  parabola creativa: gli anni della piena maturità. In questa fase della sua vita Ionesco, come afferma in una intervista del 1985, si avvicina alla pittura spinto da esigenze creative e terapeutiche, e cerca in essa una nuova forma di esistenza e di espressione. Così come nella sua opera letteraria anche nei lavori pittorici, dove tutto è semplice, caricaturale, netto e sommario, emerge  forte l’aspetto ignoto del reale. Le tinte sono decise, prive di sfumature, allusive e i tratti elementari  rimandano prepotentemente al bazar dell’infanzia. Ionesco dichiarava che i suoi disegni nascevano anche dall’angoscia  e dall’ossessione per la morte ma alla fine l’esisto, come si vedrà, è permeato di una gioia palpabile, la cui ragione risulta inspiegabile anche per l’autore stesso.

Il progetto indaga per la prima volta, la  relazione tra l’aspetto teatrale e l’aspetto artistico, gettando nuova luce sulla personalità del drammaturgo. Nelle sale della Fondazione Cominelli si svilupperà un racconto avvincente, intessuto di rimandi biografici alla vita di Ionesco, in grado di svelare alcuni aspetti inediti della complessa personalità.

Durante la mostra sarà proiettato un video con testimonianze inedite di donne che lo  hanno conosciuto, tra cui la figlia Marie France, rivelando un aspetto privato e segreto del drammaturgo. Il video è stato realizzato appositamente per l’evento benacense dalla regista Sara Poli.

30 giugno 2012 – 29 luglio 2012

Inaugurazione sabato 30 giugno 2012

Durante l’inaugurazione sarà presente la figlia di Ionesco, Marie France

Fondazione Cominelli

Via Santabona 9

Cisano di San Felice del Benaco BS

Orari: venerdì e sabato dalle 18 alle 21.30; domenica dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 21.30

Info: 338.60.60.153

fondazionecominelli@virgilio.it

www.fondazionecominelli.it

Ingresso libero

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design