Desenzano, prime sanzioni per i rifiuti porta a porta: l’assessore Maffi annuncia le iniziative per aumentare la raccolta differenziata e migliorare l’igiene urbana.

desenzano

L’Assessore all’Ecologia e Ambiente Maurizio Maffi risponde alle sollecitazioni ricevute nei giorni scorsi da due consiglieri di minoranza in materia di raccolta dei rifiuti urbani e rilancia le iniziative per avvicinare la raccolta differenziata all’ambizioso obiettivo fissato dal “Codice dell’Ambiente” e per migliorare l’igiene urbana del centro cittadino.

Viene perciò annunciato l’ampliamento della raccolta porta a porta in alcuni ambiti cittadini. Il progetto verrà messo a punto nelle prossime settimane dai tecnici comunali in collaborazione con il gestore Garda Uno, tenendo conto della scadenza del contratto di servizio alla fine del 2012 e della possibilità di rinnovare l’affidamento per un numero di anni sufficiente ad ammortizzare gli investimenti del gestore.

E’ anche previsto l’ampliamento degli orari di apertura dei centri comunali di raccolta per favorire il conferimento dei rifiuti differenziati anche nel fine settimana e nel periodo estivo.

Alcune segnalazioni riguardavano i rifiuti conferiti nel centro storico in modo non conforme. Proprio per richiamare l’utenza ad un maggior rispetto del regolamento i sacchetti vengono contrassegnati da una apposita etichetta e sono raccolti solo nel passaggio successivo. L’ufficio Ecologia ha comunicato a Garda Uno la necessità, nella stagione estiva, di ritirare comunque i rifiuti entro 24 ore dal conferimento, anche se errato. Inoltre nel mese di giugno sono stati distribuiti nelle abitazioni interessate circa mille volantini informativi.

Oltre a sensibilizzare la cittadinanza, per influire sui comportamenti dell’utenza vanno anche individuati e sanzionati i trasgressori degli orari o del tipo di rifiuti esposto.

A seguito della collaborazione avviata tra Polizia Locale e Garda Uno, nei giorni scorsi sono iniziati gli accertamenti su orari e modalità di conferimento, anche attraverso l’apertura dei sacchetti alla ricerca di indizi utili per risalire all’utente. Una ventina di verbali sono già stati notificati ai contravventori.

Non è la prima volta che vengono applicate le sanzioni previste dall’ordinanza sindacale n. 135 del 2004 e dal regolamento per la gestione dei rifiuti urbani, approvato dal Consiglio nel novembre 2011, ma adesso i controlli hanno assunto un carattere sistematico. Gli importi delle sanzioni sono compresi tra i 106 ed i 173 euro.

Per una maggiore pulizia dei luoghi di deposito dei sacchetti si procederà ad un miglior coordinamento tra gli orari di raccolta e quelli di spazzamento stradale, prevedendo nel prossimo contratto di servizio, atteso per l’autunno 2012, un operatore addetto alla pulizia manuale accurata di lastricati, aree verdi ed aree adiacenti ai cestini.

Una delle interrogazioni chiedeva lo spostamento del contenitore di rifiuti collocato in piazza Malvezzi nei pressi di una lapide commemorativa, spostamento che è stato ritenuto praticabile ed opportuno ed al quale si è già provveduto.

“Non sono insensibile” – dichiara Maffi – “alle critiche e alle proposte costruttive, perché anche se Desenzano, con quasi il 40% di rifiuti riciclati, è già ad un buon livello, ci sono margini di miglioramento, che raggiungeremo con la gradualità imposta dai limiti di bilancio”. “Nell’arco del mandato” – prosegue l’assessore – “mi propongo di estendere la raccolta manuale all’intero territorio comunale e fare di Desenzano una città virtuosa in campo ambientale”.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design