Padenghe: assegnato al Comune un appartamento confiscato alla criminalità organizzata

padenghe-sul-garda

La lotta alla criminalità organizzata è difficile, rischiosa e impegnativa, ma vitale. Se non si rende impermeabile il territorio gardesano a chi vuole compiervi affari illeciti o farne la base operativa del malaffare, la serenità ed il futuro della nostra gente sono a rischio. E’ una battaglia che va combattuta insieme, dalle Forze dell’Ordine, dalle Istituzioni e dai Cittadini. Il premio è quello di poter vivere onestamente, senza i condizionamenti e le paure frutto di una presenza criminale che prima si insinua, poi ricatta ed infine colpisce chi si ribella. Ma con la costanza i risultati arrivano e sono pure concreti.

Il 6 agosto 2012 la Prefettura di Brescia ha consegnato all’Amministrazione Comunale di Padenghe un immobile confiscato alla criminalità organizzata.. L’appartamento, ubicato in zona centrale, è in buone condizioni e si compone di cucina, soggiorno, 2 bagni, 3 camere, taverna e garage doppio. L’ANSBC (Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata, con sede  a Reggio Calabria, ha disposto il trasferimento del bene al patrimonio indisponibile del Comune di Padenghe sul Garda, per le finalità sociali manifestate dal Comune stesso: Centro Anziani, appartamento di supporto per incontri protetti, Sede di Associazioni, Radio web o altro.

L’Amministrazione Comunale sta predisponendo vari progetti e vagliando alcune proposte, in relazione alle caratteristiche del bene e ad una serie di esigenze specifiche. La decisione verrà comunicata prima possibile. Si tratta comunque di un fatto molto positivo, che infonde contemporaneamente speranza e responsabilità. E’ la dimostrazione che lo Stato può vincere la partita contro il crimine, ma non deve mai abbassare la guardia e soprattutto deve poter contare sul vigile sostegno di tutte le persone perbene.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design