La 64ma Fiera del Vino chiude i battenti: «Folklore e promozione»

fiera vino inaugurazione (dal prete e razzi)

Tempo di bilanci per la Fiera del Vino di Polpenazze, chiusa ufficialmente lunedì sera dopo quattro giorni di degustazioni, tutte all’insegna della nuova DOC Valtenesi. Niente record di presenze a causa del “maledetto” maltempo di venerdì e sabato: solo l’arrivo dell’atteso atteso clima primaverile, tra domenica e lunedì, non ha effettivamente compromesso il risultato finale della manifestazione. Un evento che anche quest’anno ha saputo mantenersi fedele alla sua duplice vocazione, grande festa popolare carica di folklore ma anche e soprattutto vetrina autorevole delle produzioni del territorio.

“Considerate le premesse possiamo affermare che il bilancio di questa 64ma edizione è stato comunque soddisfacente – ha spiegato il sindaco Andrea Dal Prete – Nessuno si sarebbe mai aspettato una situazione climatica eccezionale come quella delle ultime settimane, quasi un clima invernale. Fortunatamente il sole ci ha accompagnato nelle ultime due giornate, e ha richiamato in piazza il pubblico delle grandi occasioni”.

La Fiera, inaugurata proprio con il primo sole domenicale, ha compiuto un altro passo importante nell’ambito della valorizzazione della nuova DOC, sia con il Concorso enologico nazionale (che ha premiato 28 vini con la qualifica di Eccellente) sia con l’apposito riconoscimento istituito dall’amministrazione comunale di Polpenazze, dedicato al Valtenesi DOC 2011 Rosso e al Valtenesi DOC Chiaretto 2012. I vincitori? Tutti di Puegnago: le Cantine Scolari e l’azienda agricola La Basia.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design