Le Corbusier: opere su carta da una collezione privata

La mano e la selce_1950

Le suggestive stanze settecentesche di Palazzo Cominelli accoglieranno un percorso volto alla scoperta di un aspetto meno noto di un grande intellettuale. L’esposizione si compone di oltre trenta opere su carta, esposte per la prima volta in Italia, realizzate tra gli anni Venti e la metà degli anni Sessanta.

L’obiettivo è svelare un ulteriore aspetto dell’opera di Le Corbusier, l’attività pittorica, che fu parte fondamentale per la sua attività di architetto, urbanista e teorico.

Alcuni iscrivibili in un’area cubista, altri riconducibili alle frequentazioni parigine di Le Corbusier ed altri ancora, per tematiche e per sapore, accostabili alle opere dei maestri surrealisti, questi lavori offrono uno spaccato inedito sul percorso, sulla produzione e sull’impegno di uno dei grandi protagonisti del secolo scorso.

Proposte negli spazi della Fondazione Cominelli, con un allestimento curato da Rosanna Padrini Dolcini e da Federico Sardella teso a valorizzare l’unicità dei singoli pezzi, queste opere giungono al pubblico  come fossero uno sguardo sulla vita privata dell’artista, esclusive e inedite, in bilico tra pubblico e familiare, tra ufficiale e segreto.

Le Corbusier. Opere su carta da una collezione privata
Dal 29 giugno al 25 agosto 2013
c/o Fondazione Cominelli Via Padre Santabona Cisano di San Felice del Benaco
Orari: venerdì e sabato dalle 18 alle 21.30 – domenica dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 21.30
Ingresso libero

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design