A Desenzano il censimento dell’amianto: «Ancora in tempo per evitare le sanzioni»

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’assessorato all’Ecologia e Ambiente di Desenzano del Garda ha avviato tramite manifesti murali una campagna per la rimozione dei manufatti in amianto, una sostanza la cui produzione è fuori legge da più di vent’anni ma è ancora diffusa e pericolosa. Mentre in Lombardia l’amianto è già stato eliminato da tutti gli edifici pubblici, la sua scomparsa dalle abitazioni private è prevista per gennaio 2016.

Le ASL regionali hanno attuato a partire dal 2003 il censimento obbligatorio della quantità e stato di conservazione di ogni tipo di amianto presente negli edifici: coperture in eternit, coibentazioni e rivestimenti, materiali interni come pannelli isolanti e canne fumarie. Il termine stabilito dalla Legge Regionale n. 14/2012 per il censimento è scaduto il 31 gennaio 2013 e in caso di controllo sono previste sanzioni (da 100 a 1.500 euro) per chi non ha dichiarato la presenza di amianto nella propria abitazione.

I proprietari e i detentori di manufatti interessati devono perciò provvedere al più presto ad effettuare l’autonotifica rivolgendosi alla ASL di Brescia, tel. 0365 529822. Per la tardiva comunicazione non sono previste penalità o sanzioni. Si chiarisce che al momento l’obbligo riguarda la semplice segnalazione della presenza di amianto e non l’immediata bonifica di quello eventualmente presente.

Informazioni e copia del modello di notifica, la cui compilazione non richiede l’assistenza di un professionista, sono disponibili presso l’Ufficio Ecologia del Comune di Desenzano del Garda, tel. 030 9994107.

Il Comune di Desenzano ha inoltre attivato all’indirizzo http://comune.desenzano.brescia.it/italian/Amianto.php una pagina internet con tutte le informazioni e la possibilità di scaricare la modulistica.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design