Quattro aziende bresciane, per sfidare la crisi: nasce FORMA.RE.Te

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In rete, conviene. Quando le piccole imprese decidono di sottoscrivere un contratto di rete la loro competitività aumenta, e sono in grado di affrontare meglio le sfide del mercato. Questo lo spirito con cui ha visto la luce una nuova rete di imprese, tutte bresciane, che ha adottato la denominazione FORMA.RE.Te (www.formarete.eu): quattro realtà emergenti nel settore della consulenza e della formazione che hanno scelto la via consortile, stipulando una sorta di ‘contratto collettivo’ per affrontare quelle difficoltà, dovute alla crisi, che altrimenti avrebbero costretto ad un potenziale fallimento le singole aziende.

Mesak, Omnis, Tecnoconsulting e la capofila SISPA Quality sono gli attori protagonisti del nuovo progetto, che ha già avuto la sua prima ‘incoronazione’ nel corso dell’ultimo convegno organizzato da Apindustria, l’Associazione per l’Impresa di Brescia. L’obiettivo della neonata FORMA.RE.Te è quello di sviluppare l’offerta formativa sia in termini qualitativi che quantitativi: le iniziative formative comuni hanno una diffusione e una penetrazione nel mercato amplificata rispetto alle azioni dei singoli; inoltre un gruppo così costituito può valorizzare, attraverso processi di ricerca e sviluppo, il know how dei singoli al fine di arrivare a temi e tecniche sempre più innovativi, che permettano di rimanere competitivi in un mercato internazionale.

“In un contesto difficile e complesso come quello attuale – spiegano proprio da FORMA.RE.Te – uno degli strumenti a disposizione per le piccole e medie imprese che operano e insistono sul nostro territorio è quello del contratto di rete, disciplinato da una legge nazionale. Questo nuovo modo di fare e sviluppare l’impresa trova le sue basi nella possibilità di amplificare conoscenze, tecniche e organizzative, fare efficienza commerciale e finanziaria senza cancellare l’individualità del singolo, aumentando al contrario il livello di interscambio culturale”.

Un’occasione unica che rende possibile anche l’accedere a forme di finanziamento dei percorsi formativi, quasi bandi nazionali, regionali e delle CCIA, ovvero le risorse messe a disposizione dai fondi interprofessionali: tutto questo agevola significativamente l’impegno che le imprese devono affrontare per adeguarsi, aggiornarsi e resistere alle esigenze di un mercato in continua evoluzione, sempre più internazionale.

Naturalmente anche la tecnologia occuperà uno spazio importante in questo progetto. E’ in fase di realizzazione uno specifico applicativo web, una piattaforma per la comunicazione e la gestione delle attività verso l’interno (la stessa rete d’impresa) e verso l’esterno (i clienti). Formare e informare, interagire e crescere: offrendo servizi sempre nuovi, anche in e-learning. Con lo sguardo già alto, verso quella grande avventura che si chiama Expo 2015.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design