Curva Nord Brescia, con dedica ad Andrea Toninelli

Curva Nord Brescia 07

Un’atmosfera surreale, c’è tempo per la gioia e per il ricordo, per le lacrime e la commozione. Alla prima gara ufficiale della stagione (il Brescia ha battuto il Teramo 3-1 nel secondo turno di Coppa Italia) la Curva Nord dello stadio Rigamonti è stata intitolata ad Andrea ‘Tone’ Toninelli, l’ultras di Lumezzane morto in un tragico incidente stradale, proprio mentre tornava da Livorno, dove era andato a tifare per la squadra che amava.

Ieri pomeriggio, prima del fischio d’inizio, non c’è stato un taglio del nastro ma una commossa rievocazione. Ora sul muro della Curva sta una fotografia, un nome e una data, come fosse una lapide ad eterno ricordo. Sul palco il prete che lo conosceva e che in quella giornata piovosa non era mancato al funerale, l’assessore Gianluigi Fondra, i membri e i ‘capi’ di quella Curva Nord di cui Tone faceva orgogliosamente parte.

Tra il ‘pubblico’ anche Gino Corioni, a fianco della mamma di Andrea, e del papà. Le lacrime e gli abbracci, nessuno riporterà mai indietro Andrea, così giovane, con tutta la vita davanti. Ma i suoi amici lo cantano a squarciagola, prima ‘Madonnina dai riccioli d’oro’, poi a voce più bassa, “non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta”. L’ultimo saluto tocca poi ad Omar Pedrini, lui la sua chitarra la sua voce, “ho scelto una canzone che parla della nostra storia, della storia ultrà”.

Scritta 15 anni fa, racconta, “quando si tornava da una trasferta, da Avellino, quando rimanemmo pure senza benzina”. Una canzone che parla di quel rock’n’roll biancoblu, “là ci sarò, qui con voi, Curva Nord”. E ancora, mentre manca poco al fischio d’inizio, “alè Brescia alè, non tifo per gli squadroni ma tifo te”. Ciao Andrea, ancora una volta.

Alessandro Gatta
BresciaToday

GUARDA TUTTE
LE FOTO

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design