Desenzano, a Ferragosto niente «Notte d’incanto»: polemica garantita

notte incanto desenzano

E’ brutto dire addio ad eventi se, per un territorio, sono diventati una vera e propria tradizione.

E’ il caso della “Notte d’incanto“, la manifestazione desenzanese che a metà agosto, con i suoi fuochi d’artificio, rappresentava l’apice del divertimento dell’estate sul Lago di Garda.

Quest’anno, però, niente fuochi. A deciderlo la Giunta guidata da Rosa Leso: la serata era in programma il 16 agosto. A pesare sulla scelta la spesa aggiuntiva di 5.000 euro in caso di rinvio per pioggia.

Il sindaco e l’assessore alle Attività produttive Valentino Righetti, considerando che già il 15 ci sarà lo spettacolo pirotecnico di San Martino della Battaglia, hanno preferito risparmiare in questo momento di crisi e di tagli ai bilanci comunali.

Intanto, in paese, infuria la polemica.

www.bresciatoday.it

One Comment

  1. roby scrive:

    lo spettacolo pirotecnico è per antonomasia l’EVENTO dell’anno per una località turistica, tanto più che solo il papa o un cantante famoso riesce a riunire tante persone, lungo lago o mare, affascinando centinaia di migliaia di persone, faccendo di quella serata, la NOTTE dell’anno per chi lavora nel turismo, a mio avviso queste amministrazioni dovrebbero dimettersi in blocco quando non riescono a garantire le basi per mantenre una località turistica degna di questo nome, il giro d’affari è tale che l’investimento è minimo e irrisorio (decine di miglia di euro), piuttosto che rifare un marciapiede due o tre volte perchè fanno errori, che costa centinaia di migliaia di euro o spendere in eventi a pagamento per poche persone facoltose, magari a teatro, quando un evento pirotecnico non costa nulla per chi ha difficolta economiche e magari puo portare la famiglia e mangiarsi un gelato, la demagogia ha rovinato questo paese

    Rispondi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design