Quando il made in Brescia vince sempre: il meglio della Fiera di Orzinuovi

Il sindaco di Orzinuovi Andrea Ratti in un momento delle premiazioni

“Un comparto di grande vivacità, che sta esprimendo prodotti di elevatissimo profilo qualitativo grazie ad imprenditori pronti a cogliere nuove ed interessanti opportunità di mercato”. Così Germano Pè, presidente dell’Apa di Brescia, ha voluto commentare i risultati colti dai caprini bresciani all’ultima edizione della Fiera di Orzinuovi: la manifestazione ha infatti ospitato la seconda Mostra Provinciale delle razze caprine gentili ad attitudine latte, significativa occasione per portare in vetrina le eccellenze di un settore che sta vivendo una fase di forte riscoperta.

Il calendario degli appuntamenti organizzati dall’Apa si è aperto con la mostra morfologica delle razze Camosciata delle Alpi e Saanen, cui erano presenti otto allevamenti per un totale di un centinaio di capi.

Per la Saanen, la targa per il miglior allevamento è andata all’orceano Roberto Gualeni, quella per la miglior mammella ed il Re della mostra alla Soc. Agr. La Salvellina di Alborghetti di Rovato, mentre il premio “Regina della mostra” è stato assegnato alla Soc. Agr. Martinelli sempre di Rovato.

Sul fronte della Camosciata delle Alpi, l’ allevamento Cinzia Sorsoli di Serle si è aggiudicato sia la targa del Re  che quella della Regina; il riconoscimento “miglior mammella” è stato assegnato ancora una volta alla Salvellina di Rovato. Miglior allevamento è stato giudicato l’azienda agricola Le Valli di Oscar Mendeni di Prestine.

Il giudice della manifestazione, Giorgio Zanatta della provincia di Varese, si è congratulato più volte con gli addetti ai lavori bresciani per il progresso morfologico conseguito negli ultimi anni. Ed un applauso è andato anche ai formaggi di capra del territorio, protagonisti di una degustazione guidata realizzata con l’ausilio della dottoressa Katia Stradiotto.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design