L’ultimo sussulto della movida: sul Garda fermate 300 auto e 400 persone

carabinieri

Week end lungo non solo per gli ‘appassionati’ della movida ma anche per le forze dell’ordine, impegnati in una quattro giorni di controlli a tappeto che hanno coinvolto diverse zone della Provincia, in particolare quelle “aree più sensibili” tra cui il centro storico di Brescia e le zone a più alta frequentazione del lago di Garda.

In città si contano sette patenti ritirate nella notte di sabato, con posto di blocco predisposto dalla Polizia Stradale e cinque pattuglie operative in zona, con dieci agenti intervenuti sul territorio.

Molto più intensa l’operazione di controllo andata in scena sulle sponde bresciane del lago di Garda: da Limone a Manerba, da Salò a Moniga, i carabinieri della Compagnia di Salò hanno impegnato ben 50 mezzi e oltre un centinaio di uomini in divisa.

Sulla Gardesana nel complesso sono state fermate circa 270 vetture, mentre sono state controllate più di 400 persone. Controlli a tappeto invece a Moniga del Garda a seguito delle numerose segnalazioni sulla movida del giovedì sera: i Carabinieri hanno schierato diverse pattuglie, in collaborazione con la Polizia Locale, sulla doppia via di percorrenza, verso Salò e verso Desenzano.

In azione, per controlli a tappeto in un noto locale della zona, anche l’unità cinofila antidroga: dodici giovani segnalati per possesso o consumo di droga, più di 15 grammi la sostanza sequestrata. Non solo hashish ma anche cocaina.

Sempre sul Garda, a Gardone Riviera, i Carabinieri di Salò hanno concluso un blitz nel corso di un rave party: il bilancio ‘parla’ di tre arresti e 220 denunce.

www.bresciatoday.it

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design