Lonato: inaugurata la casa di riposo della Fondazione Madonna del Corlo

AADSCN1540

Mattinata di sole per il traguardo lonatese dedicato agli ospiti della casa di riposo, tirata “a nuovo”. Il nastro è stato tagliato dopo le 10.30, ieri mattina, alla presenza di tanti ospiti, fra autorità regionali, provinciali e comunali, cittadini, funzionari dell’Asl, dipendenti e pazienti della Rsa, volontari e rappresentanti di varie associazioni lonatesi. Il Corpo musicale Città di Lonato del Garda ha aperto la cerimonia di inaugurazione dei lavori svolti, dal 2008 al 2013, presso la “casa di riposo” di Lonato d/G e nelle altre strutture gestite dalla Fondazione Madonna del Corlo Onlus. Nel giardino d’entrata, abbellito e affollato per l’occasione, il presidente del consiglio direttivo Adriano Robazzi ha ricordato il lungo percorso di ampliamento e riqualificazione – una spesa di oltre 5 milioni di euro –  che ha interessato la Residenza sanitaria assistenziale (Rsa), l’Istituto di riabilitazione (Idr), gli ambulatori riabilitativi per utenti esterni e il nuovo Hospice socio-sanitario Agape (con sei posti letto gratuiti, più due a pagamento).

“Presentiamo oggi quello che è stato fatto in questi ultimi anni – ha detto Adriano Robazzi, sinceramente emozionato – ovvero i nuovi servizi e i nuovi spazi che rendono la struttura non solo più sicura, nel pieno rispetto delle norme antisismiche e antincendio, ma anche in grado di dare un’offerta sempre più qualificata. Con l’obiettivo, in particolar modo, di garantire nella Rsa un’accoglienza e un’assistenza di più alto livello e nell’istituto di riabilitazione, una risposta sempre più qualificata alle problematiche riabilitative più frequenti. Ci fa dunque piacere poter condividere, anche con chi ha contribuito, la gioia dei risultati raggiunti. Senza dimenticare gli ambulatori di riabilitazione, inaugurati nel 2009, che ogni anno effettuano più di 20.800 prestazioni. Ringrazio quindi tutte le autorità e gli ospiti presenti, in primis l’amministrazione comunale e la Regione Lombardia per la collaborazione, la Fondazione Comunità Bresciana per il contributo”.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design