L’ultima pizza del Magher: morto a 57 anni il monighese Gianfausto Vertua

el magher

Alla fine ha vinto lei, la maledetta malattia che lo attanagliava da tempo, che da mesi ormai lo perseguitava giorno e notte, lo sfiancava nel fisico ma non nello spirito, rimasto combattivo fino all’ultimo.

Si è spento all’età di 57 anni Gianfausto Vertua, quello che tutti conoscevano come ‘el Magher’, che a Moniga era più di un’istituzione con la sua premiata pizzeria: più volte aveva partecipato ai campionati mondiali della pizza, collezionando sempre brillanti piazzamenti accanto a un ‘titolo mondiale’ del quale andava orgoglioso.

Dopo aver gestito un locale a Desenzano fino ai primi anni ’90, si era sposta poi a Moniga lavorando in una pizzeria di un campeggio. Poi con il nuovo millennio si era invece radicato nel cuore del paese, in Piazza San Martino con la sua ‘pizzosteria’ diventata, si può dirlo, un’eccellenza mondiale della pizza.

Vertua era anche, e soprattutto, un uomo generoso: così lo ricordano gli amici ed i parenti. Impegnato nel sociale, aveva collaborato alle campagne del Telefono Azzurro e, negli ultimi anni, dava anima e corpo anche per la Festa della Birra che accompagna l’estate.

Quando impastava acqua e farina era solito cantare, cantava a pieni polmoni con la sua voce limpida e potente. Il suo repertorio preferito era quello dei Nomadi, colonna sonora di tante serate in pizzeria per i tanti amici e gli affezionati clienti.

Lascia la moglie Daniela e la figlia Valentina, mamma Pasquina, due sorelle e un fratello. Domani i funerali.

Alessandro Gatta
BresciaOggi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design