Il centro storico di Rivoltella e la festa che saluta l’estate

Banda dei Cuori Ben Nati, piazza Deodara

C’è aria di festa per le vie del paese. Con il gruppo folcloristico dei Cuori Ben Nati e l’energia della “Banda del Bordèl” si chiude l’estate in centro a Rivoltella (Desenzano d/G). In via Di Vittorio, questo sabato 7 settembre, una serata di musica popolare, assaggi gratuiti, trucca-bimbi e mercatini artigianali dalle 20 alle 23.30. L’esibizione della banda folcloristica sarà accompagnata dalla premiazione di alcuni soci e amici sponsor, preziosi collaboratori del gruppo oggi presieduto da Giuliano Garagna, a cornice le degustazioni e i banchi di enogastronomia, prodotti artigianali e hobbistici per l’evento organizzato dai Cuori Ben Nati in collaborazione con la Fondazione Desenzano Sviluppo Turistico e con il patrocinio del Comune desenzanese.

La Banda folcloristica dei Cuori Ben Nati sin dalle origini rappresenta la bandiera e l’orgoglio del gruppo, fondato nel 1966 da un gruppo di rivoltellesi capitanati da Luigino Mura – presidente onorario del sodalizio, accanto al presidente Giuliano Garagna. La Banda del Fracasso, in dialetto nota come “Banda del Bordèl”, ha portato i Cuori Ben Nati e il nome di Rivoltella sul Garda in giro per il lago e per l’Italia e anche all’estero, con la sua simpatia, le musiche della nostra tradizione e gli strumenti classici ma anche bizzarri. I Cuori Ben Nati sono stati più volte a suonare in Germania, Francia, Svizzera… Insieme agli strumenti tradizionali (sassofoni, trombone, batteria, fisarmoniche, ecc.), la parte folkloristica fornisce l’accompagnamento vocale e ritmico utilizzando strumenti in legno caratteristici e di costruzione propria dai nomi originali: forbici, tenaglie, pinze, martelletti, ciabatte e ciabattine, nacchere… affascinano e trascinano ogni volta il pubblico.

Il vasto repertorio musicale è composto da brani famosi e orecchiabili della tradizione popolare italiana, ballabili e di piacevole ascolto, che mettono allegria e riportano  indietro nel tempo, talvolta con un filo di nostalgia.

One Comment

  1. Alice scrive:

    Ma una location meno desolante di un fabbricato sfitto multicolore non c’era a Rivoltella?! Bah…

    Rispondi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design