Manerba in Giallo: al via la quinta edizione dei Venerdì del Mistero

detective

Puntuale, come il cader delle foglie d’autunno, un trio d’appuntamenti dedicati al giallo e al mistero, quasi a voler colorare di tinte fosche le rive gardesane, e in parallelo il concorso letterario, aperto ai giovani ma anche agli ‘affermati’.

Quinta edizione per ‘Manerba in Giallo’ e i suoi ‘Venerdì del Mistero’, la manifestazione letteraria e non solo organizzata dal Comune e in particolare dall’assessorato alla Cultura: mentre prosegue lo spoglio dei voti per la terza edizione dell’omonimo concorso, la rassegna entra nel vivo con l’annunciato trittico d’incontri, due serali e uno mattutino, quest’ultimo dedicato ai ragazzi delle scuole medie.

Si comincia venerdì 11 ottobre, dalle ore 20.30 nella sala consiliare di Palazzo Minerva, in compagnia di Tonino Zana e di Sergio Piccerillo: un dibattito aperto e accesso su Leonardo Sciascia e il ‘caso’ Interlandi-Paroli, un giallo storico e politico che coinvolse la Brescia del dopoguerra, e di cui lo stesso Sciascia rimase affascinato, anche se mai trovò il coraggio per scriverne davvero.

Venerdì 18 invece, stesso posto e stessa ora, Marco Buticchi presenterà il suo ultimo romanzo, ovviamente giallo, ‘La stella di pietra’: sarà proprio lui a consegnare, insieme ai rappresentanti istituzionali, i premi del concorso letterario ‘Manerba in Giallo’.

Gran finale, ma che come sempre è solo un inizio, sabato 26 ottobre dalle ore 10, nell’aula magna della scuola media 28 Maggio 1974: l’occasione per una lezione un po’ diversa, in cui a ‘indossare’ le vesti di professore sarà Nicola Fiorin, scrittore bresciano di libri gialli che per una volta appoggerà la penna, per raccontare dei casi insoluti e delle questioni mai risolte, delle verità nascoste e della strategia indiziaria.

Alessandro Gatta
BresciaOggi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design