Operai acrobati a San Felice per installare il nuovo fotovoltaico

DSC05733

Li hanno ‘avvistati’ sul tetto della palestra del plesso scolastico di via Mazzini, a San Felice del Benaco. Operai ‘acrobati’ che provvisti di funi e caschetti stanno celermente installando il nuovo impianto fotovoltaico da circa 12 KilowattPicco (kWp, la potenza teorica massima producibile da un generatore d’energia elettrica) con la posa di 50 moduli in silicio, inclinati e fissati su una struttura portante in acciaio, poi collocati in cinque riquadri separati.

Un’operazione dal costo di circa 30mila euro e che si mostra ‘fedele alla linea’, con quanto già cominciato anni fa nell’installazione di un impianto simile, poche decine di metri più in là, in quello che invece è il tetto della scuola e che, assicurano i ‘tecnici’ comunali, ha già prodotto oltre 50mila kWh. Il fotovoltaico in arrivo sulla palestra invece, a conti fatti, permetterà di coprire quasi il 93% dei consumi della palestra stessa, con tutte le conseguenze del caso, sia nei termini pratici ed economici che in quelli ‘ecologici’.

“L’iniziativa si inserisce in un disegno complessivo orientato alla sostenibilità ecologica – ha spiegato infatti il sindaco Paolo Rosa – Non solo fotovoltaico infatti, perché anche per il 2014 tutte le utenze pubbliche comunali saranno rifornite con energia verde e rinnovabile”. Spazio dunque all’energia idroelettrica o eolica, con il monitoraggio ‘preciso’ di almeno 800mila kWh annui di consumi, e un ‘risparmio’ di consumo di anidride carbonica di circa 320 tonnellate. Tanto quanto le emissioni di 1,5 milioni di chilometri percorsi a bordo di un’automobile.

E non finisce qui, assicura ancora il sindaco: “Qualità della vita e ambiente, ma pure educazione – spiega – Abbiamo in programma un ciclo di incontri sul tema dedicati ai nostri giovani studenti”. Perché chi ben comincia, è a metà dell’opera.

Alessandro Gatta
Bresciaoggi

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design