Dal campo al convento, Giada Gagni si è fatta suora

giada-gagni

Centrocampista, e playmaker dai piedi buoni. Tanto da guadagnarsi in poco tempo la fascia di capitano, o meglio ‘capitana’, della squadra Primavera del Franciacorta Calcio Femminile. Due stagioni e mezzo con la maglia nero verde, poi l’illuminazione, ma quella vera.

A cavallo tra il 2008 e il 2009 la ragazza classe 1990 annuncia la sua decisione di appendere le scarpe al chiodo, e indossare il velo “per servire Dio”. Si trasferisce nel convento di Alessandria, dove comincia il suo lungo percorso ‘formativo’, per diventare una sposa del Signore.

Lei è Giada Gagni, originaria di Palazzolo e una carriera calcistica promettente. Ma al centrocampo e agli allenamenti ha preferito un’altra squadra, e che squadra. Nell’ottobre scorso, a quattro anni esatti dai suoi biblici esordi, suor Giada termina il suo percorso e ottiene la canonica ‘vestizione’.

Suor Giada, ora è così che la potete chiamare. E lo sanno bene anche le amiche, le compagne di un tempo. In occasione della Festa della Donna sono andate a trovarla, a Roma, le sue ex dirigenti Lidia e Serena (nella foto) e l’ex compagna Cristina.

Ora Giada sta là, a Roma: tra lo studio della teologia e l’impegno negli oratori. E nella sua terra, la Franciacorta, ci è già tornata un paio di volte. Per raccontare la sua storia, e la sua vocazione.

www.bresciatoday.it

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design