I libri a fumetti di Marco Petrella in mostra a Puegnago

marco-petrella

Marco Petrella, insigne illustratore e disegnatore di fumetti, romano di nascita e di residenza, ha collaborato finora con varie testate, fra cui “Tango”, “Cuore”, “l’Unità”, “il Manifesto”, “I giorni cantati”, “Liberazione”, “la Repubblica”, e curato anche diverse pubblicazioni: del 2007, è Racconti per ascensore , edita da Mattioli 1885, un corpus di 27 testi inediti di autori del calibro di Jonathan Lethem, Aimee Bender, Antonio Pascale. Attualmente, ogni venerdì, nella sezione Libri de «L’Unità», recensisce romanzi su tavole illustrate, appunto, o meglio, li fa recensire dal suo protagonista, il bibliotecario Arturo, che racconta e motiva le sue letture anche attraverso le proprie personali esperienze di vita.

In mostra, negli spazi della Fondazione Leonesio di Puegnago del Garda , una serie di illustrazioni tratte dal libro Stripbook, recentemente pubblicato dalle Edizioni Clichy, che ci conduce tra le pagine preferite di Arturo, libraio nato dalla matita del fumettista. Lettore vorace, sognatore, viaggiatore reale e immaginario, Arturo racconta dei libri che arrivano ogni settimana al suo negozio. A volte fantasticando, spesso mescolando romanzo e vita vissuta.

Bestseller o scrittori sconosciuti suggeriscono spunti, comportamenti; influenzano le nostre scelte quotidiane, ci accompagnano lungo tratti di esistenza. Così con Arturo ci troviamo a intraprendere un viaggio letterario che dalle righe degli scrittori che l’hanno formato, da Salgari a Kerouac, da Salinger a Jonathan Lethem (che firma anche un’entusiastica prefazione), ci porta alle coste dell’America di Philip Roth, Don De Lillo e David Foster Wallace, e da lì alle pagine dell’Europa mediterranea e nordica, fino all’Israele di Amos Oz e al Giappone di Murakami.

Quasi 200 libri, ciascuno disegnato e reinterpretato in quattro vignette, o poco più: non recensioni ma appunti disegnati, immagini suggerite dalla parola scritta, pensieri, scorci, riflessioni, con un approccio informale, inclusivo e non esclusivo, alla letteratura. Una raccolta completa, ragionata ed ampliata con inediti, delle Stripbook di Marco Petrella, pubblicate settimanalmente nella pagina libri de «l’Unità», che testimonia il suo rapporto del tutto inconsueto con l’oggetto libro, che esce una volta per tutte dagli scaffali per farsi vita, sogno, colore.

La mostra prosegue fino al 23 marzo, visitabile il sabato dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 11 alle 19.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design