Sfoglia il giornale

Corriere del Garda - Aprile 2017 - 2

Corriere del Garda - Aprile 2017 - 1

Corriere del Garda - Marzo 2017

Corriere del Garda - Febbraio/Marzo 2016

Corriere del Garda - Gennaio 2016

Corriere del Garda - Novembre/Dicembre 2015

Corriere del Garda - Speciale TAV

Corriere del Garda - Ottobre 2015

Corriere del Garda - Settembre 2015

coop marzo 14
coop marzo 14

coop marzo 14

coop feb
coop jan

cop dicembre
coop nov

cop ottobre
cop settembre

cop agosto

corgarda luglio
cop giugno

maggio 2013

copertina aprile

copertina febbraio

copertina febbraio

gennaio
copertina nov-dic


6 Comments

  1. fantastico credo che vi mandero’ qualche articoo da pubblicare sulla vita aministrativa del comune di Sirmione, arrivederci, e un saluto cordiale al geometra Andreis. Patrizia Toniolo

    Rispondi
  2. Ogni contributo è il benvenuto. Cordialmente, EG

    Rispondi
  3. Gerlando Palillo says:

    Nota pubblicata da Gerlando Palillo il 10 novembre 2010 alle ore 14.30 circa
    LA CRISI – IL CITTADINO – IL GOVERNO E IL DEBITO PUBBLICO.
    I nostri cari politici, ormai è chiaro a tutti, invece di risolvere i problemi del Paese, e di quanti sono arrivati alla fame, si preoccupano solamente dello scanno occupato in Parlamento o in altre Istituzioni politiche e delle copiose e ricche indennità mensili da capogiro percepite, che, a mio modo di vedere, rappresentano la vergogna del nostro Paese, se paragonate al salario di un comune lavoratore avventizio e in nero! E’ la semplice verità, il giudizio dell’uomo della strada, l’amara realtà di un padre di famiglia che vive nel disagio più profondo con l’approssimarsi di un probabile licenziamento dal lavoro o della provvisoria “Cassa integrazione”, a cui il tempo metterà la parola “fine”. Senza dire poi dei precari e di quanti in cerca di lavoro ne stanno solo morendo. Tutto ciò, a confronto con il malcostume dell’ostentazione, delle indennità d’oro, che scorrono a fiumi nelle tasche dei Parlamentari, di tutti quelli che operano nelle Istituzioni politiche, nelle Regioni, negli Enti inutili… che scorrono nelle tasche di ‘Consulenti’, collusi con il potere, le cui parcelle hanno cifre astronomiche. . . che scorrono nelle tasche di tanti altri. . . noti e ignoti… lestofanti. La crisi economica c’è ed è diventata molto pesante ma a pagarla sono solo i cittadini! Sempre gli stessi! Non sto certo affermando niente di nuovo, sono notizie che risultano pubblicate da tempo dalle più svariate testate giornalistiche. Argomento scottante di tante trasmissioni d’inchiesta condotte e trasmesse dalla televisione di Stato e da quelle private. Ci sarebbero tante cose su cui argomentare, ma solo per citare, gli avvenimenti più indisponenti che spesso accadono ai parlamentari: le bagarre, il linguaggio incivile e inappropriato, la mancanza di semplice etica comportamentale per il ruolo rivestito, l’immobilità sulle decisioni politiche, il parlare. . . parlare. . . sempre parlare. . . senza “cavare il ragno dal buco”. Ma per quanto tempo ancora ci abbarbicheremo con la bile in gola sugli stessi problemi? E, come la mettiamo col debito pubblico? Tutti ne parlano ai più alti livelli tanto che, per risolvere il problema, il governo va tagliando le risorse dappertutto, in tanti settori della vita pubblica. E per i suoi componenti, un misero obolo del dieci per cento!!! Certo, se i suddetti politici avessero un minimo di dignità, in questo momento di grave crisi economica e in ultimo con il problema degli immigrati addosso e la guerra in Libia, dovrebbero innanzitutto provvedere ad approvare una legge volta alla riduzione di almeno la metà del numero dei parlamentari delle due camere con contestuale riduzione della metà delle sfrontate indennità percepite. Naturalmente, ciò varrebbe anche per il Presidente della Repubblica. Senza dire che, detta legge, dovrebbe eliminare, tutti quei privilegi di cui godono con i soldi dei cittadini; eliminare Enti inutili e spreco di denaro in tutti i settori delle pubbliche istituzioni; e di contro, attivare una politica intesa al risparmio intelligente contenendo al massimo le spese e finanziando quei progetti di grande utilità per la collettività, finalizzati a quei risultati di largo respiro economico – sociale e di benessere cui tutti aspiriamo. E’ UTOPIA?!!
    Castelvetrano lì 10/11/2010 Gerlando Palillo

    Rispondi
  4. MVA says:

    I think that everything posted made a ton of
    sense. But, what about this? suppose you composed a
    catchier post title? I ain’t saying your content is
    not good., but suppose you added a post title that grabbed people’s attention?
    I mean Sfoglia il giornale | Il Corriere del Garda is kinda
    boring. You should look at Yahoo’s home page and see how they create news headlines to grab viewers
    to click. You might add a related video or a pic or two to get readers excited about everything’ve got to
    say. Just my opinion, it might make your website a little livelier.

    Rispondi
  5. viagra says:

    Woah this kind of website is great i love studying the articles you write. Carry on the best artwork! You understand, many person’s need rounded due to this facts, you could potentially assist these people drastically.

    Rispondi

Trackbacks for this post

  1. Il Progetto MITE e la Secchia Rapita | Il Corriere del Garda

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An AWESEM design